Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Ue

Nella graduatoria stilata dal Financial Times l’università milanese scala sei posizioni rispetto ad un anno fa, diventando la 23esima al mondo. Unica italiana presente nei più importanti ranking internazionali.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Università Ue: Bocconi sale all'11esimo posto, è l'unica italiana

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

La supervisione bancaria nell’eurozona partirà nel 2013. E quando sarà a regime “coprirà” tutte le seimila banche di Eurolandia. Sarà affidata alla Bce, che dovrà tenere nettamente separate la politica monetaria e l’attività di supervisione e che dovrà rispondere al Parlamento europeo. E’ il principale risultato della prima giornata del vertice dei 27, che conferma anche gli impegni del giugno scorso per la riforma profonda della zona euro. Francia, Italia e vertici europei riescono a piegare le resistenze tedesche e cade anche – almeno per ora – l’idea del supercommissario dell’euro in grado di porre veti ai bilanci nazionali così come proposto da Berlino. Angela Merkel riesce però a rinviare l’avvio della ricapitalizzazione diretta delle banche in difficoltà da parte del fondo salvastati Esm a quando la vigilanza sarà davvero operativa. E saranno i ministri delle Finanze dell’Eurogruppo a “definire i criteri” in base ai quali le banche potranno chiedere gli aiuti.

Basta rigore, pensiamo alla crescita. Silvio Berlusconi torna a parlare di economia e lo fa con un incitamento rivolto sia alla comunità europea sia al governo di Monti: è il momento di cambiare la ricetta anti-crisi. “E’ urgente – scrive il Cavaliere in una nota – passare dalle politiche di rigore, che un’Europa troppo burocratica e poco unita politicamente ha imposto in un momento di grave crisi economica, ad una politica che promuova la crescita e lo sviluppo”. Nel giorno in cui il cancelliere tedesco Angela Merkel invita a muoversi verso una Ue più forte, Berlusconi ribadisce il concetto: “L’Europa ha una grande responsabilità: quella di mettere in comune gli sforzi per rendere possibile una crescita dell’economia, uno sviluppo ci faccia uscire dall’incubo di questa crisi”. Insomma, per l’ex premier è finita la stagione dei soli sacrifici, la stagione di cui Mario Monti è l’emblema. Secondo l’ex premier è arrivato il momento di dare inizio alla crescita: “L’emergenza povertà rivelata dalla Caritas – aggiunge – e l’allarme lanciato dalla Confindustria sulla condizione dell’economia italiana, ci spronano a mettere al centro del confronto politico le questioni serie che riguardano le imprese, i lavoratori, le famiglie, i giovani”.

La Cancelliera vuole un altro fondo ancora, per investire nei progetti specifici degli stati membri. “Sarebbe fatale rallentare gli sforzi dopo il piano Bce”. Ue deve poter porre veto sui bilanci degli stati e non intende concedere piu’ di 100 miliardi di aiuti alla Spagna

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Merkel al Summit Ue: quello che non ci uccide ci rende più forti

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il Cancelliere tedesco Angela Merkel, il giorno dell’incontro con i capi di Stato a Bruxelles, ha parlato al Bundestag e non ha usato metafore: “Abbiamo fatto buoni progressi nel rafforzamento della disciplina di bilancio con il fiscal pact, ma siamo dell’opinione, e parlo a nome del governo tedesco, che dobbiamo fare un passo in avanti nel dare all’Europa il diritto di intervento sui bilanci nazionali”. In pratica: La Germania vuole tenere in scacco tutta l’Europa. Merkel si è detta d’accordo con la proposta del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble di creare un commissario unico per l’euro e di rafforzare il Parlamento europeo e  ha poi  proposto la creazione di nuovi fondi dell’Unione europea per  progetti speciali che devono essere finanziati dal denaro raccolto   attraverso una tassa sulle transazioni finanziarie spiegando che ” i fondi si tradurrebbero in un aumento della concorrenza”. 


Caso Spagna Rispetto alal situazione spagnola, la Merkel ha precisato che il governo di Mariano Rajoy è l’unico che deve decidere se chiedere il piano di salvataggio  europeo.Ha detto: “La Spagna è l’unica che può dire se fare appello al   meccanismo europeo di stabilità (ESM), perché ha bisogno di un  ulteriore sostegno oltre ai 100.000 milioni di euro offerti alle   banche in sofferenza, ha sottolineato la Merkel al governo poco prima   di partire per Bruxelles per il Consiglio europeo dei capi di stato e   di governo dell’Unione europea. “La decisione è solo della Spagna se   hai bisogno di aiuto e quanto”, ha spiegato la Merkel, ricordando che   il rapporto ufficiale sulle esigenze di ricapitalizzazione delle   banche spagnole è ben noto.

 Caso Grecia  La Merkel è intervenuta anche sul caso della Grecia, mentre il Paese è bloccato da uno sciopero nazionale. Gli aiuti dovranno essere sbloccati entro novembre gli aiuti dovranno essere sbloccati per evitare il default del paese, e Angela è intervenuta per tranquillizzare .”Non c’è alcun rischio di interventi incontrollabili nell’eurozona”, come un default della Grecia o l’uscita dalla moneta unica del Paese. E ha aggiunto: “Vorrei che la Grecia rimanga nella zona euro”,   dice la Merkel poco prima di partire per Bruxelles in occasione del   Consiglio europeo dei capi di Stato e di governo dell’Unione europea.   Merkel ha ricordato che il Paese ellenico deve svolgere tutte le   riforme concordate, sottolineando che i progressi compiuti da Atene e   quelli ancora da compiere sono “due facce della medaglia. Il governo   greco e molti all’interno dell’economia e della società hanno una   forte volontà di cambiare”.

 

 

 

 

Diritto di ingerenza ‘europea’ sui bilanci nazionali, commissario unico per l’euro e rafforzamento del Parlamento continentale: per la cancelliera tedesca Angela Merkel la via d’uscita dalla crisi dell’Europa passa da questi tre punti e lo ha specificato a chiare lettere stamane al Bundestag in vista dell’apertura dei lavori del vertice europeo dei capi di Stato e di governo. “Abbiamo fatto buoni progressi nel rafforzamento della disciplina di bilancio con il fiscal pact ma siamo dell’opinione, e parlo a nome del governo tedesco, che dobbiamo fare un passo in avanti nel dare all’Europa il diritto di intervento sui bilanci nazionali” ha detto la cancelliera, che poi si è detta d’accordo con la proposta del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble di creare un commissario unico per l’euro e di rafforzare il Parlamento europeo.

Summit Ue: la Cancelliera vuole un altro fondo ancora, per investire nei progetti specifici degli stati membri. “Sarebbe fatale rallentare gli sforzi dopo il piano Bce”. Ue deve intervenire sui bilanci degli stati e non intende concedere piu’ di 100 miliardi di aiuti alla Spagna

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Merkel: quello che non ci uccide ci rende più forti

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Non sono molto chiare le circostanze che hanno portato, ieri, alle dimissioni del commissario Ue alla salute, il maltese John Dalli indagato dall’organismo anti-frode Olaf. Le dimissioni infatti, che hanno avuto effetto immediato, erano state presentate da Dalli come una scelta “necessaria” per preservare la reputazione della Commissione.

Oggi invece, il suo atteggiamento sembra essere diverso, o quanto meno più deciso. In una video intervista raccolta da New Europe ha affermato infatti di non aver mai ricevuto alcun report dalla Commissione, ma soltanto la lettera di conclusione delle indagini Olaf in cui è dichiarato che “non ci sono prove effettive del mio coinvolgimento, ma circostanze evidenti per cui hanno ritenuto che io fossi a conoscenza di tutto”.

Quelle alle imprese delle zone colpite da calamità naturali in Italia sono agevolazioni fiscali mirate o si tratta di aiuti di stato irregolari? E’ quanto sta cercando di comprendere la Commissione europea, che ha aperto un’indagine approfondita per verificare se i provvedimenti ad hoc dell’Italia siano o meno in linea con le norme Ue sugli aiuti di stato. Il motivo? L’Antitrust Ue “teme” che le agevolazioni in questione non compensino il danno realmente subito.

Gideon Gono, l’uomo che ha distrutto il valore della moneta della nazione africana, ha paragonato le sue politiche alle droghe iniettate dalla Fed e dalla Bce con i vari programmi di rilancio dell’economia.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Mister iperinflazione: Usa e Ue finiranno come lo Zimbabwe

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi