Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Usa

Le Guardie Rivoluzionarie iraniane dicono di aver abbattuto e catturato un drone americano ScanEagle che volava sopra il loro territorio, nelle acque del Golfo.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Iran: drone Usa catturato nello spazio aereo del Golfo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

“Se il regime di Assad dovesse usare armi chimiche sarebbe inaccettabile e ci sarebbero delle conseguenze”: è il monito lanciato dal presidente americano Barack Obama.  “Il mondo sta guardando”, ha ammonito Obama rivolgendosi esplicitamente “ad Assad e a chi obbedisce ai suoi ordini”. Il presidente americano – intervenendo a Washington a un incontro di esperti sul rischio di una nuova proliferazione delle armi nucleari – ha quindi avvertito come “l’uso di armi chimiche sarebbe toatalmente inaccettabile e se qualcuno farà il tragico errore di usare queste armi ci saranno conseguenze e ne dovrà rispondere”. Obama ha quindi ribadito come gli Usa “continueranno a sostenere le legittime aspirazioni del popolo siriano e a collaborare con l’opposizione fornendo aiuti umanitari”. Il presidente ha confermato che l’obiettivo è quello di aprire in Siria “un processo transizione verso una Siria libera dal regime di Assad”.

Campanello d’allarme Iprite, gas nervini come il Sarin e il più letale di tutti, il Vx. Sono queste le armi chimiche siriane in possesso del presidente Bashar al Assad. Il leader siriano oggi ha ricevuto “un severo avvertimento” rispetto all’utilizzo delle armi chimiche. Lo ha affermato il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, dopo le rivelazioni del New York Times sullo spostamento degli arsenali da parte di Damasco. I srevizi di intelligence straniere ritengono che la Siria abbia uno dei più grandi arsenali di armi chimiche. ”Si tratta di una linea rossa per noi, ancora una volta abbiamo avvertito Assad, il suo comportamento è da condannare, le sue azioni contro il popolo siriano sono tragiche” ha detto la Clinton, che aggiunge: “l’eventuale uso di armi chimiche da parte del regime siriano provocherebbe una risposta degli Stati Uniti”. I timori degli Usa su un eventuale ricorso del regime di Damasco al suo arsenale di armi chimiche “sono aumentate”, ha affermato il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney. “Assad deve sapere che il mondo sta guardando”, ha detto Carney.

La Siria non ci sta La replica siriana agli attacchi statunitensi non si fa attendere: “In risposta alle dichiarazioni del segretario di Stato americano, che ha intimato alla Siria di non usare armi chimiche, la Siria ha ripetutamente sottolineato che non impiegherà mai in alcuna circostanza contro il proprio popolo questo tipo di armi, se fossero disponibili”, così il comunicato del ministero degli Esteri letto alla tv di Stato. Inatanto nel corso del vertice italo-francese di Lione, la Francia e l’Italia si sono espresse sulla Siria. “I due Paesi condividono la profonda preoccupazione per gli sviluppi sempre più drammatici della situazione umanitaria della popolazione in Siria e dei profughi siriani rifugiatisi nei Paesi vicini”, si legge nel documento finale. “Francia e Italia – prosegue ancora il testo – sono impegnate a sollecitare la mobilitazione europea e internazionale, fornendo il loro significativo contributo, per portare soccorsi d’urgenza soprattutto alle fasce più deboli della popolazione, quali donne e bambini, che devono essere messi in grado di far fronte ai rigori dell’inverno”.

 

Maurizio Crozza stavolta fa il serio e risponde seccamente a Matteo Renzi. “Cari amici della rete, è il comandante Crozza che vi parla”. Il comico genovese scrive ai suoi fan e al sindaco di Firenze. “Molti passeggeri della nave si lamentano perché il mio faccione compare sulle pagine Facebook di alcuni comitati pro Matteo Renzi, con una mia battuta di Ballarò. Ora, amigos, voi sapete che in rete c’è di tutto: quelli che si fidanzano con i gattini, quelli che rubano le moto, e anche quelli di Matteo Renzi. Io, tra l’altro, l’ho saputo da uno che mi ha telefonato e mi ha detto: cos’è questo endorsement per Renzi? E così la telefonata è durata mezz’ora: 29 minuti per capire cosa vuol dire endorsement e uno per mandarlo a cagare. Però so apprezzare la coerenza: solo un comico può tentare di strumentalizzare la battuta di un comico”. E per prendere ulteriormente le distanze da Renzi Crozza precisa ancora una volta il suo punto di vista: “Insomma, tutti avvisati: la battuta di Crozza rubata dal comitato per Renzi è satira, vale una metafora di Bersani, un non voglio che mi si dica grazie di Marchionne o un sciogno di Briatore. Ora me ne vado. Torno a bordo, cazzo. Se vedete Renzi, i renziani e i renzini salutatemeli”.

L’entrata è imponente: marmo, parquet e acciaio. Le pareti sono chiare con stampe delle bellezze di Roma. L’illuminazione è calda, l’insieme di design. Mobili etnici sapientemente intarsiati. Le stanze vanno dai 75 ai 150 euro. La cordiale ragazza alla reception mi dice che bisogna prenotare con un po’ d’anticipo, perché spesso sono al completo. Su Tripdavisor (370 commenti) ricevono tre stelle e mezza. Strano. La posizione è ottima. Centrale e a due passi dalla metropolitana. Forse il problema è il rumore. Molte stanze affacciano, infatti, sul cortile di un oratorio e spesso ci sono dei bambini che giocano. “Lasciate che i bambini vengano a me”, certo. Ma non viene detto: “In silenzio e non dalle 14.00 alle 16.00”. 

Dopo Sandy gli Stati Uniti devono ricominciare a correre. Ma più che far ripartire le vite dei newyorkesi il sindaco Michael Bloomberg è preoccupato di far correre i 60 mila iscritti alla maratona che si terrà domenica per le vie della grande mela. Una decisione quella del sindaco di New York che lascia un pò perplessi gli osservatori. Uno su tutti Rupert Murdoch, l’editore di Fox news. Con un tweet Murdoch bacchetta il sindaco e lo accusa di essere un sostenitore di Obama. “Bloomberg sbaglia. A New York la gente ha ancora problemi e lui devia l’elettricità destinata alle case gelide sulla maratona. Il massimo per appoggiare Obama!”, cinguetta The Shark. A quanto pare a New York si sta facendo il possibile per non far saltare la maratona. I 60mila iscritti sono per lo più turisti che vengono nella grande mela per questo appuntamento. Hanno pure pagato una quota di iscrizione, alloggeranno negli alberghi della città e useranno i mezzi di trasporto, come la metro per portarsi allo “start”, alla partenza. Se la Maratona salta bisognerà risarcire gli iscritti. E negli Stati Uniti sui risarcimenti non scherzano. Inoltre Obama potrebbe usare la Maratona come ulteriore vetrina per associare la sua immagine ad un’America che sa ripartire e rimettersi in corsa. Ma c’è da giurare che in tanti non la penseranno così. Soprattutto chi ancora è senza elettricità e deve combattere il rigido autunno di New York. Per non parlare delle infinite code ai “charge point” dove i newyorkesi si mettono in fila per ricaricare il cellulare prima di andare a lavoro. Insomma ricominciare a correre sì. Ma nel verso giusto. Con un pò di calore in più nelle case e con una scarpetta in meno sul ponte di Verrazzano. Anche in questi piccoli – grandi appuntamenti si gioca la “corsa” alla Casa Bianca.

Radcliffe Haughton, 45enne, disoccupato, è andato nel salone di bellezza della moglie che lo aveva lasciato e ha sparato all’impazzata. Già nel 2005 la cittadina è stata teatro di un massacro che provocò sette morti. GUARDA VIDEO.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Usa: disoccupato fa strage. Tre morti, quattro feriti

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Bufera sui boy scout americani: è stato pubblicato online un rapporto di 14.500 pagine da cui emergono accuse per abusi sessuali commessi nell’arco di 20 anni e che chiamano in causa ben 1.247 capi e volontari dell’organizzazione. “Perversion file”, questo il nome del dossier sulla pedofilia diffuso in rete su ordine della Corte suprema dell’Oregon, riguarda fatti avvenuti tra il 1965 e il 1985, ma rischia di assestare un durissimo a una delle più stimate organizzazioni giovanili americane. “Abbiamo tradito la fiducia di alcuni dei nostri ragazzi e dobbiamo scusarci”, ha dichiarato il presidente dei boy scout americani Wayne Perry. “Ci sono stati casi in cui non siamo riusciti a rispettare gli standard che ci siamo dati, in cui non abbiamo documentato i casi in modo adeguato o abbiamo avuto altri tipi di mancanze”. Alla sezione maschile degli Scout Usa aderiscono un milione di adulti e 2,7 milioni tra bambini e ragazzi.

Pesanti accuse – Dalle carte risultano molti insabbiamenti e coperture di abusi che vanno da atti di esibizionismo a veri e propri rapporti sessuali di cui furono vittime migliaia di bambini e ragazzi. “Il problema non è che gli scout non tentassero di tener fuori i cattivi ragazzi, tentavano di farlo – ha spiegato un procuratore dell’Oregon che ha seguito il caso, Kelly Clark - ma non ci si può limitare a compilare una lista. Si deve verificare cosa sta accadendo e dire: ‘Ciò che facciamo non sta funzionando'”. Ognuno degli adulti coinvolti è sospettato di aver compiuto abusi o molestie su un numero di ragazzini che va da 5 a 35, spesso minacciati di morte e avessero denunciato. I 1.247 adulti chiamati in causa furono inseriti nella lista di “volontari inadatti”, ma in molti casi poterono continuare a svolgere attività a contatto con i ragazzi. E’ il caso di Floyd Slusher, un capo scout del Colorado, che continuò ad abusare e a minacciare di morte ragazzini per anni, nonostante fosse stato messo sotto inchiesta per un caso di molestie in un accampamento in Germania.

Quando la bolla implode crea un buco nero e i modelli economici tradizionali non funzionano piu’. In Usa conta il pareggio di bilancio non chi vince le elezioni: l’opinione di John Mauldin.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

La bolla del debito

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Pesano le prese di profitto in una settimana molto positiva sin qui: +2%. I conti del colosso di Redmon hanno deluso. Occhi sulle trimestrali di General Motors e McDonald’s, ma anche sul mercato immobiliare.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Futures Usa nervosi: dopo il tonfo di Google e' il turno di Microsoft

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi