153600882 95eb6698 f221 4cf2 a046 50af572f1803

Coronavirus, variante indiana anche in Veneto

È stata individuata anche in Veneto la variante indiana del Coronavirus. “Si tratta – ha detto il governatore Luca Zaia – di due cittadini indiani di Bassano, padre e figlia, con la variante indiana. Le varianti ormai sono migliaia, e prima o poi arrivano tutte. Affrontiamo giorno dopo giorno questi aspetti, e andiamo avanti”.
Altri due pazienti – ha quindi riferito Zaia – sono in valutazione per la variante indiana, ma non risiedono a Bassano. Per quanto riguarda i due casigià accertati, Zaileggi di più…

161320574 98bf4c28 5d61 417f b46f a0456bab8924

La dad e la studentessa bendata, l’ufficio scolastico del Veneto apre un procedimento

VERONA – “La vergognosa vicenda della nostra compagna bendata per un’interrogazione diventi una linea di demarcazione: d’ora in avanti mai più atteggiamenti simili nei confronti di noi studenti”. Lorenzo Baronti, rappresentante d’istituto del liceo di Verona in cui una ragazza di 15 anni è stata invitata dalla docente a coprirsi gli occhi con una sciarpa per sostenere un’interrogazione, parla a nome di tutti. La Rete degli studenti medi veronesi ha intercettato quella che definisconoleggi di più…

203519648 94df1cbf 99ad 475d 974e 24ecf7bba6bd

Vaccini, superati i 10 milioni di somministrazioni. Veneto: “Dosi esaurite a giorni, fermiamo le iniezioni”

L’Italia ha superato la soglia dei 10 milioni di dosi di vaccini anti-Covid somministrate, secondo quanto si apprende, tra Pfizer, AstraZeneca e Moderna. Alle 14.50 erano esattamente 10.018.265.
Ma intanto la Regione Veneto lancia l’allarme e blocca le somministrazioni perché mancano le dosi. “Noi che al momento siamo primi per vaccinazioni, ne facciamo 35mila al giorno, annunciamo che sospendiamo le vaccinazioni, a parte qualche richiamo – dice il governatore Luca Zaia – I vaccini non sono arrleggi di più…

085516980 7742bd7f bb74 478e 9cbb aed18b7fef1f

Vaccini ai caregiver, dalla Sicilia al Veneto le misure di 10 Regioni-chiave

Familiari conviventi, caregiver, badanti, tutori, affidatari, assistenti con contratto, volontari o parenti che assistono gratuitamente persone fragili o con disabilità grave. Anche loro hanno diritto alla priorità nella vaccinazione anti Covid. E non solo nella Regione, nella Provincia o nel Comune in cui hanno la residenza, ma anche in quelli in cui vivono per lavoro, secondo le precisazioni arrivate dall’ordinanza 3/2021 del commissario straordinario all’emergenza Covid-19, Francesco Paolo leggi di più…

131440592 e36c85d7 ffdb 4c9b b0d2 236d7f708977 4

Covid, l’Alto Adige in lockdown fino al 14 marzo. Zaia: in Veneto “nessuna chiusura scuole”

Contagi ancora troppo alti. Al punto che in Alto Adige è stato prolungato il lockdown fino 14 marzo. A preoccupare anche le varianti del virus: da quella inglese alla sudafricana intercettate in alcuni comuni. A comunicare la decisione è stato il governatore Arno Kompatscher dopo la riunione della Giunta provinciale. Covid, torna l’incubo scuole: a far paura ora sono le varianti
di Corrado Zunino 24 Febbraio 2021 Mentre in Veneto in un primo momento era circolata la notizia della chiusurleggi di più…

222150655 854dc443 feb9 4040 94c1 47d4bd0ab909

Vaccini, il Veneto tenta l’acquisto fai-da-te: “Ma sono troppo cari”

Il Veneto a caccia del sigillo “Covid free” scende sul terreno della trattativa diretta per l’acquisto dei vaccini e i colossi dell’industria farmaceutica rispondono, ovviamente dettando le regole. «Prezzi anche quintuplicati», rivela il governatore Luca Zaia, quantomai deciso a imprimere un’accelerata alla campagna vaccinale che prevede la copertura degli over 65 e delle categorie a rischio prima dell’estate. Zaia ha messo in campo lo schema testato durante la prima ondata della leggi di più…

Coronavirus minacce no vax contro Cisl Veneto

Coronavirus: minacce no-vax contro Cisl Veneto

Condividi: 22 gennaio 2021 Venezia, 22 gen. (Adnkronos Salute) – La pagina Facebook di Cisl Veneto (Cisl Unione sindacale regionale Veneto) è oggetto da ieri sera di un attacco di troll no-vax. L’azione è iniziata subito dopo la pubblicazione sul social di un video nel quale il segretario generale Gianfranco Refosco esponeva le iniziative che la Cisl ha programmato a sostegno della vaccinazione anti-Covid, in particolare tra i lavoratori.
Nel giro di poche ore sono stati postati oltre 50leggi di più…

Carraro Confindustria Veneto Bce e Commissione hanno ragione. Sembriamo un Paese di matti. Il debito responsabilita verso i figli

Carraro (Confindustria Veneto): “Bce e Commissione hanno ragione. Sembriamo un Paese di matti. Il debito, responsabilità verso i figli”

ROMA – Da una delle regioni locomotiva del Paese, Enrico Carraro – appena rieletto alla presidenza di Confindustria Veneto – segue con incredulità e preoccupazione le difficoltà nella definizione del Recovery Plan e la crisi di governo.
La Commissione Ue ci chiede riforme vere, di sistema. La Bce avverte che non potrà comprare in eterno i nostri titoli di Stato, per sostenerci. Come valuta i richiami europei all’Italia?”A volte, scusi lo sfogo, mi sembra di vivere in un Paese di matti”.
Ecco.leggi di più…

Veneto lassessora che canta Faccetta Nera Non sono pentita sono io che ho subito un attacco squadrista

Veneto, l’assessora che canta “Faccetta Nera”: “Non sono pentita, sono io che ho subito un attacco squadrista”

“Mi hanno ucciso su Facebook, Twitter e Instagram. Scrivetelo pure, io vengo uccisa oggi. Elena Donazzan è morta. Ma sa cosa le dico? Non mi spaventano le offese o le minacce ricevute, mi spaventa che siano considerate tollerabili”.
Elena Donazzan, assessore della Regione Veneto in quota Fratelli d’Italia con deleghe all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e alle Pari opportunità, non crede di aver fatto una cosa grave intonando quella canzone?
“Dunque il diritto di parola non esileggi di più…

Dove muoiono queste persone. Crisanti clamoroso in Veneto non tornano i conti. Fango su Zaia

“Dove muoiono queste persone?”. Crisanti clamoroso: in Veneto “non tornano i conti”. Fango su Zaia?

Sullo stesso argomento: 11 gennaio 2021 Se la prima ondata ha risparmiato il Veneto, lo stesso non si può dire della seconda. Il motivo? “Tra le cause – spiega Andrea Crisanti – metto il fatto che hanno usato tamponi rapidi per testare personale medico e delle Rsa. Tre volte su dieci danno un falso negativo”. Il microbiologo e professore di Padova, dopo l’addio alla Regione di Luca Zaia per alcuni screzi con il governatore, è stato chiamato come consulente dalla Sardegna. Qui i tampoleggi di più…