103312928 1f1d4cfd a670 4563 9690 78a604ea56f3

Concertone e caso Fedez: Pd e M5S chiedono dimissioni dei vertici Rai. Letta: “La tv pubblica si scusi”. Di Maio: “Nessuna censura in Paese democratico”

Neppure il Covid intacca uno dei ‘must’ del concerto del Primo maggio, la polemica politica, con il duello a distanza tra il leader della Lega, Matteo Salvini, e il rapper Fedez. Già prima dell’esibizione si erano venuti a sapere i contenuti al vetriolo contro il Carroccio, il tutto condito dalle accuse del marito di Chiara Ferragni di aver subito un tentativo di censura dalla Rai. Nel suo discorso che, annunciato, nel pomeriggio aveva suscitato la reazione preventiva del leader leghista su Twileggi di più…

022658702 c65f094d 1b48 4b1b 9950 8e99af7c2283 15

Germania: i vertici CDU appoggiano Laschet come candidato alla Cancelleria

Il board esecutivo del partito di Angela Merkel, la Cdu, appoggia Armin Laschet come candidato alla cancelleria in vista delle elezioni federali del prossimo 26 settembre. Dopo oltre 6 ore di dibattito, il 77,5% dei membri del board ha votato a favore di Laschet mentre il contendente leader del partito gemello bavarese Csu, Markus Soeder, ha ottenuto il 22,5% dei consensi. Soeder aveva già fatto sapere che avrebbe accettato la decisione della Cdu.
                        Soeleggi di più…

212559942 8d87fea8 b32c 4761 9c7b 763f16a645db

Covid, rapporto Oms: i vertici volevano tutelare il governo e nascondere le critiche sulla gestione delle Rsa

È storia: tra gli ultimi dieci giorni di febbraio e la metà di marzo 2020 nelle Rsa lombarde, non soltanto lì, ma soprattutto lì, il coronavirus si infila come un gas facendo strage di anziani. L’8 marzo è il giorno in cui il governo di Giuseppe Conte corre ai ripari e decide di proibire le visite dei familiari agli ospiti delle residenze sanitarie. Una misura che, secondo l’ormai famoso rapporto galeotto dell’Oms sulla gestione italiana della pandemia, sarebbe stata adottata in ritardo.
Pleggi di più…

212117240 f6693fe7 adfa 4c0e bd30 ff16e1a832de

Il Tesoro ridisegna i vertici Sace: Giansante sarà presidente, Ricci ad

MILANO. C’è voluto un anno, più per le drammatiche priorità abbattutesi sul governo e sulla Cassa depositi e prestiti che non per affinare prezzo (nell’intorno dei 4,5 miliardi) e altri dettagli del trasferimento di Sace dal perimetro di Cdp a quello, originario, del Tesoro. Ma ora, a quanto riferiscono fonti di mercato, il decreto ministeriale che definisce il passaggio è pronto. Si racconta che sarà firmato a giorni: e che, quasi in sincrono, il nuovo azionista di controllo guidato daleggi di più…

182800496 e0c80ff7 a449 4a9f 9b52 fa01c226b210

Michel cerca von der Leyen, ma lei non risponde: il “sofa-gate” scuote i vertici dell’Europa

Bruxelles. Il silenzio glaciale di Ursula von der Leyen. Almeno secondo quanto ricostruito dall’Ansa, per la quale la presidente della Commissione europea non ha ancora parlato a Charles Michel, il chairman del Consiglio europeo, dopo il “sofagate” di martedì. L’ex premier belga è finito nel mirino per non avere reagito, per non essersi alzato, quando la tedesca è rimasta in piedi, senza sedia, al vertice con Recep Tayyip Erdogan. Costretta poi ad accomodarsi sul divanetto beige ad almeno treleggi di più…

213708253 04adf837 b8d5 4def bfb7 81916698451f

Consob: nelle società quotate pù stranieri e più donne, ma non ai vertici

MILANO – Gli investitori istituzionali sono sempre più presenti nelle società italiane – fenomeno rilevante soprattutto in quelle che hanno maggiori dimensioni – fanno sentire la loro voce sulle politiche di remunerazione e partecipano massicciamente alle assemblee. La presenza femminile invece cresce di rappresentanza numerica ma ha ancora scarso potere: il numero delle donne amministratore delegato resta basso e sostanzialmente stabile negli anni. In compenso, i consigli sono sempre più artleggi di più…

214109261 58c4154a 2e9d 4834 8100 4eb17e7ffab2

Brasile, la crisi più nera dalla dittatura. Lasciano sei ministri e i vertici militari

SEI MINISTRI in 24 ore. Alcuni rimossi, altri che rassegano le dimissioni. Non è un rimpasto, traballa il governo Bolsonaro. E’ la più grave crisi da quando il leader della destra estrema ha conquistato il Brasile. Cade il titolare degli Esteri, della Casa Civile, una sorta di primo ministro, della Giustizia, il Procuratore Generale, quello della Segreteria del Governo. Ma sono le dimissioni del ministro della Difesa la vera sorpresa. Il generale Fernando Azevedo e Silva è l’uomo che incleggi di più…

113539796 b41df51b b391 42f4 ae8b f1995c6d0cb0 1

Caos vaccini in Lombardia, Fontana commissaria Aria: cambio ai vertici. Salvini: “Chi sbaglia paga, in settimana gestione a Poste”

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana sta provvedendo in queste ore a cambiare i vertici di Aria spa, la società della Regione sotto accusa per i disagi che si sono verificati nella campagna vaccinale. Fontana sta azzerando tutte le cariche principali della società, dopo l’ultimo weekend in cui si sono verificati numerosi problemi nelle prenotazioni per il vaccino soprattutto a Cremona. In Lombardia, quindi, la Regione si arrende ammette il fallimento della campagna di vaccinazione e leggi di più…

113539796 b41df51b b391 42f4 ae8b f1995c6d0cb0

Caos vaccini in Lombardia, Fontana commissaria Aria: cambio ai vertici. Salvini: “Chi sbaglia paga, in settimana gestione a Poste”

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana sta provvedendo in queste ore a cambiare i vertici di Aria spa, la società della Regione sotto accusa per i disagi che si sono verificati nella campagna vaccinale. Fontana sta azzerando tutte le cariche principali della società, dopo l’ultimo weekend in cui si sono verificati numerosi problemi nelle prenotazioni per il vaccino soprattutto a Cremona. In Lombardia, quindi, la Regione si arrende ammette il fallimento della campagna di vaccinazione e leggi di più…

165255121 7b571eba 81a4 4ea0 a42b fa2019127240

Vaccini, Salvini incontra i vertici di San Marino per lo Sputnik. Anche Bonaccini spinge: “Se valido, acquistiamolo”

BOLOGNA – Matteo Salvini incontra i vertici di San Marino e punta sullo Sputnik. E anche il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini spinge – “Se è valido, acquistiamolo” – incassando subito il plauso della Lega in Regione. Il “feeling” che ha suscitato tante polemiche nei giorni scorsi tra il presidente della Regione e il leader della Lega sull’apertura la sera dei ristoranti nelle zone gialle si ripete anche sul tema del piano vaccinale, a caccia di una via d’uscita dai ritardi delle leggi di più…