Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

volo

Così, al volo, scioccato…

Qualche giorno fa un amico, un amico caro, è stato ucciso a Celano (AQ), mentre attraversava la strada, da un pirata che ha sorpassato la macchina ferma in attesa del suo passaggio. Questo disgraziato è a casa, libero, senza aver fatto un minuto di galera

.

Il direttore Alessandro Sallusti, invece, è stato arrestato poco fa nella sede del Giornale per essere evaso dagli arresti domiciliari, ai quali è stato condannato non per diffamazione (è bene ricordarlo sempre), ma perché il giudice lo ritiene “socialmente pericoloso”.

Beh!, mi fanno schifo un parlamento che fa leggi del genere e una magistratura che le applica.

Egregio Direttore de Il Fatto Quotidiano, il signor Andrea Valdambrini vi ha raccontato falsità. Contrariamente a quanto pubblicato sulla vostra homepage con il titolo “Parigi, Formigoni perde aereo e delira: fatemi salire, io ho rapporti con la vostra Ambasciata”, e relativo video a corredo, vi sveliamo come sono andate realmente le cose. Ciascuno in possesso di una regolare carta d’imbarco per il volo 7817 delle ore 13.55 operato da Air France, ci siamo presentati al gate di partenza con trenta minuti di anticipo. Si noti che Air France imbarcava allo stesso banco (N° 49) sia il nostro volo che un altro, diretto invece a Roma. Del nostro gruppo facevano parte, oltre al Presidente Formigoni, anche il Sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia Paolo Alli, l’Amministratore delegato di Expo 2015 Giuseppe Sala e due collaboratori. Considerata la lunga fila di persone in piedi che poco alla volta procedevano a bordo, ci siamo seduti nella prima fila di sedie, a poco più di due metri di distanza. Terminata la fila e documenti alla mano ci siamo presentati al banco delle hostess che hanno provveduto ad accendere immediatamente la scritta ‘imbarco chiuso’, opponendosi in modo ostinato a qualsiasi nostro tentativo di richiesta di spiegazione. Situazione a dir poco surreale, dal momento che: 1) nessuno, tra il personale Air France o quello dell’aeroporto aveva in precedenza provveduto a diffondere – come da legge – l’annuncio di prossima chiusura dell’imbarco anzi, come ammesso dalla stessa hostess, la signorina si è limitata a ‘segnalare a voce alle prime file che si stava chiudendo il volo’; 2) ciascuno di noi aveva un posto regolarmente assegnato sull’aereo, non abbiamo dunque protestato ‘con arroganza’ ma, dandosi per scontato un diritto acquisito, abbiamo fatto reclamo per un overbooking non segnalatoci al momento del check in, fatto oltretutto con ben un’ora e mezza di anticipo; 3) dal momento in cui abbiamo chiesto di poter essere imbarcati, l’aereo è rimasto fermo altri venti minuti al finger prima di muoversi: ci sarebbe stato dunque tutto il tempo utile a farci passare, essendo tutti con il solo bagaglio a mano. Alla luce di questa avventura che ha dell’assurdo, abbiamo poi provveduto ad avviare le pratiche per una causa formale ad Air France dal momento che non ha rispettato il contratto e non ci ha tutelato come previsto dalle norme aeroportuali internazionali, applicate per prassi ai viaggiatori di tutto il mondo.

A Karachi, in Pakistan, un uomo si getta nel vuoto da un palazzo di assicurazioni che stava andando a fuoco. Un volo dall’ottavo piano ma, pur con lesioni molto gravi, riesce a sopravvivere.


pubblicato da Libero Quotidiano

Un uomo si getta nel vuoto dall'ottavo piano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

In occasione del Cyber Monday, un americano che ha deciso di acquistare i 135 posti disponibili su un charter in direzione Las Vegas, per sè e i suoi amici, per assistere al CES, festival di elettronica.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Compra un intero volo della Virgin America per $49.000

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’orario del volo scritto sul biglietto? Solo indicativo, l’aereo può addurre qualsiasi motivazione e il passeggero non ha neanche il diritto di reclamare. Ma ci sono altri 91 trucchi pagati da chi viaggia.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Compagnie aeree: i 92 trucchi per ingannare i passeggeri

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

La superstar Nicole Kidman paparazzata all’arrivo all’aeroporto di Melburne: per lei un volo sul jet privato.


pubblicato da Libero Quotidiano

Nicole Kidman arriva a Melbourne col suo jet privato

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’annuncio del rinvio della tradizionale diretta tv di Vladimir Putin con i cittadini, spostata da fine anno alla bella stagione, ha rinfocolato i sospetti che il presidente russo non stia bene. Secondo indiscrezioni riportate oggi dal quotidiano ‘Vedomosti’, il capo di Stato russo è stato costretto dai medici a limitare i suoi spostamenti in aereo, dopo che a settembre il suo ormai celebre volo in deltaplano per accompagnare la migrazione di uno stormo di gru gli è costato il peggioramento di una vecchia ferita. 

La prima a parlare di problemi di salute per Putin è stata di recente l’agenzia di stampa ‘Reuters’, in seguito a una serie di visite ufficiali rimandate dal Cremlino, e il fatto che molti avevano notato il presidente zoppicare in occasione del summit Apec di Vladivostok, il mese scorso. Da allora non solo varie missioni all’estero annullate, ma anche una permanenza prolungata nella residenza di Novo Ogarevo, e da ultimo la cancellazione della maratona televisiva con i connazionali, ormai una tradizione da dieci anni, non hanno fatto altro che alimentare perplessità.

Il portavoce Dmitri Peskov ha sempre puntualmente smentito tutto. Prima ha spiegato che l’andatura zoppicante di Putin a Vladivostok era dovuta a una vecchia lesione riportata facendo sport, e poi che il botta e risposta con i russi in tv è solo rimandato alla bella stagione, in modo che durante i collegamenti con il presidente, di solito allestiti all’aperto e negli angoli più remoti del Paese, i cittadini non si congelino “piedi e orecchie” nell’attesa di poter formulare le loro domande. Ufficialmente, invece, sarebbe un gesto di magnanimità verso i moscoviti quello che spinge Putin a rimanere a Novo Ogarevo, evitando così di ingolfare il traffico della capitale con il corteo presidenziale, il cui passaggio ogni volta blocca le arterie vitali della città. Sono però tutte motivazioni che non convincono la stampa. Stando altresì a voci riportate da un altro giornale, ‘Kommersant’, sarà rinviato anche il tradizionale discorso alla Nazione, per consuetudine pronunciato dal presidente a novembre. In questo caso, tuttavia, la decisione non sarebbe imposta da problemi di salute, bensì dalla difficoltà di trovare un accordo nelle stanze del potere sui contenuti del discorso: il primo dal ritorno di Putin alla guida del Cremlino. 

Ecco il calendario delle hostess più belle di Ryanair. Anche per il 2013 la compagnia di volo irlandese rinnova (per il sesto anno consecutivo) il suo appuntamento piccante, ma a fini benefici. Una per ogni mese, le assistenti più sensuali sono state immortalate sulle spiagge di Cipro. Record tricolore: per il 2013 saranno tre le italiane, Lorena Sidoti, Alessia Oreste e Matilde Casalini. Il calendario sarà venduto sui voli Ryanair al costo di dieci euro. I proventi dell’iniziativa andranno in beneficenza alla Tvn Foundation, ente che si occupa di sulla ricerca sulla fibrosi cistica.


pubblicato da Libero Quotidiano

Jelizar, un orso bruno dello zoo di Brno, si è concesso uno “spuntino” al volo, che consiste in un pesciolino fresco ma non cucinato. Il simpatico plantigrado, infatti, si diverte molto quando gli addetti del parco gli lanciano il cibo che lui prende in un istante senza mai farsi cogliere impreparato.  


pubblicato da Libero Quotidiano

Orsetto affamato, ecco uno "spuntino" al volo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Ha preso il via questa mattina l’incontro tra l’azienda e i sindacati confederali per delineare il nuovo piano industriale di Alitalia. L’azienda torna a minacciare tagli al personale: il piano fa riferimento a 690 esuberi, “giustificati” con un risparmio per circa 30 milioni di euro. La riduzione del personale, secondo quanto riportano fonti sindacali, colpirà  300 assistenti di volo, 300 dipendenti di terra e 90 addetti alla manutenzione.

Archivi