Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

zampe


pubblicato da Libero Quotidiano

Dall'Australia l'opossum goloso beccato con le zampe nella marmellata

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Sono quasi 6 milioni i cani che vivono nelle case degli italiani e come ogni anno, con l’estate, si ripropone la questione di come e dove andare in vacanza con l’amico a quattro zampe.
Secondo un sondaggio Doxa realizzato in occasione della partnership con Opel, sono quattro milioni gli italiani che non vogliono separarsi dal cane e che scelgono una destinazione compatibile.
Secondo i dati forniti da Federalberghi, sono 7.766 le strutture dog-friendly in tutta Italia: la Regione più attenta è l’Emilia Romagna, con1.643 hotel che accettano gli animali, seguita da Toscana (973), Veneto (921) e Lombardia (832). Paradossalmente, però, il numero delle strutture segnalate da Federalberghi che accettano anche i cani scende notevolmente proprio nelle regioni tradizionalmente meta di chi vuole una vacanza al mare: in Sicilia sono 224, in Sardegna 119, in Puglia 128 e in Calabria 123.
Chiudono la classifica Basilicata e Molise con 41 e appena 7 hotel accessibili agli amici a quattro zampe.
L’agriturismo è sicuramente la vacanza ideale per chi vuole portare con sè il proprio cane: secondo la recente indagine di Agriturismo.it, sono Umbria e Toscana, le regioni a detenere il primato per numero di aziende agrituristiche dove gli animali domestici sono i benvenuti, con l’86% delle strutture attrezzate nella prima e l’82% nella seconda. Seguono, nella top five delle regioni dog-friendly, Emilia Romagna (64%), Marche (63%) e Lazio (60%).
Insomma, il cammino da fare per garantire a tutti il diritto alla vacanza con i propri animali è ancora lungo.

 

di Daniela Mastromattei

Continua la sfida commerciale fra Rfi (Rete ferroviaria italiana) e la nuova compagnia privata di trasporti Ntv (società guidata da Luca Cordero di Montezemolo). Questa volta su un tema molto delicato: gli animali.

Tanto che mentre Montezemolo si preparava ad annunciare che  dal primo settembre  sui treni «Italo»  potranno salire a bordo tutti i tipi di cani, l’Ad di FS, Mauro Moretti,  ha giocato d’anticipo.  E ieri ha dato la bella notizia: dal 25 luglio tutti gli amici a quattro zampe, anche quelli di grossa taglia, potranno viaggiare sui treni Alta velocità, dal Frecciarossa al Frecciabianca passando per il Frecciargento ed Eurostar. È  il risultato di un accordo tra Trenitalia e la Federazione delle associazioni animaliste, guidata da Michela Vittoria Brambilla.

 Finalmente i cani extra large potranno viaggiare sia in prima che in  seconda classe, Business e Standard. Ma non possono entrare nei livelli  Executive, Premium, Area del silenzio e salottini. Il biglietto si potrà acquistare  direttamente in agenzia o in biglietteria. Per i cittadini stranieri servirà anche il passaporto del cane (o altro). Il costo? Il 50 per cento  del biglietto base previsto per il treno utilizzato. Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che possono viaggiare gratuitamente. Obbligatorio  un kit equipaggiamento minimo: museruola e guinzaglio, certificato di iscrizione all’anagrafe canina e libretto sanitario. La nuova politica «Animal Friendly» di Trenitalia, arriva dopo anni   di restrizioni per cui gli amici a quattro zampe erano ammessi solo se di piccola taglia (tenuti dentro il trasportino, come  i gatti) e solo sui treni Intercity e Notte, limitando di molto la mobilità delle famiglie con animali.

 Ieri   la «svolta».    A bordo di un Frecciarossa, e alla presenza di due Golden retriver, Calvin e Alice, primi cani a sperimentare la novità, Moretti e Brambilla hanno sottolineato il loro impegno a promuovere politiche di viaggio «che tengano conto dei 22 milioni di italiani» proprietari di un cane.   

  L’iniziativa rientra anche nella campagna estiva contro l’abbandono e la lotta al randagismo. «Lo considero un regalo a tutti gli italiani che amano gli animali»,  afferma Brambilla, in ginocchio mentre abbraccia i  due Golden retriver. Quando Michela Vittoria  si occupa di animali le si illuminano gli occhi. «Si tratta di una grande vittoria, di una svolta epocale, potersi muovere con i nostri piccoli amici grazie a FS». Il cane, afferma l’amministratore delegato di FS «è l’amico più caro per tante persone. Naturalmente ci preoccuperemo di prendere tutte le precauzioni per far viaggiare tutti in tranquillità, per la salvaguardia dell’animale e degli uomini». Infatti «sono previsti  posti riservati e una pulizia in modo dedicato», conclude.

Immancabile  a fine giornata il commento della concorrenza. «Da indesiderati gli amici a quattro zampe si sono ritrovati all’improvviso star delle Ferrovie», dice in una nota Ntv. «Insolito destino quello dei cani taglia XXL, fino a ieri ospiti indesiderati sui treni: danno fastidio, abbaiano, sono irrequieti. È bastato poco che Ntv studiasse una soluzione moderna, incontrasse le più rappresentative e serie realtà animalistiche italiane, organizzasse il gran debutto per ospitarli finalmente a bordo, che  da indesiderati gli amici a quattro zampe si sono ritrovati all’improvviso le star delle Ferrovie: passerella d’onore sul Frecciarossa e riflettori puntati. Chapeau!». 

Più la sfida si arricchisce e più va bene per i nostri amici pelosi. A quando la ciotola d’acqua e le crocchette?

 

Andare in vacanza con il proprio animale domestico. Adesso è più facile. Un nuovo portale “Vacanze a quattro zampe” (www.vacanzea4zampe.info) raccoglie in un unico sito gli indirizzi, con il dettaglio dei servizi offerti, delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi italiani che accolgono gli animali domestici, per rendere facilmente accessibili tutte le informazioni e consentire al turista di selezionare la destinazione di viaggio e la tipologia di alloggio più soddisfacente. Obiettivo del portale, realizzato dalla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente e presentato oggi a Palazzo Chigi dal sottosegretario alla Salute Adelfio Elio Cardinale e dall’ex ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, fondatore della Federazione, è anche quello di dare un contributo concreto alla lotta contro l’abbandono, fenomeno che nei mesi estivi e nei periodi di vacanza registra i picchi di maggior evidenza, sensibilizzando la filiera turistica perché accolga gli animali e superi divieti che hanno il loro unico fondamento in barriere culturali. 

“Sono più di venti milioni gli italiani che vivono con un animale domestico, a loro vogliamo rivolgerci – ha spiegato l’on. Brambilla, che ha ringraziato il sottosegretario Cardinale per la sensibilità dimostrata sul tema – I cittadini hanno diritto di poter viaggiare con il proprio fedele amico senza incontrare gli anacronistici divieti che caratterizzano ancora il nostro paese e che nascono da barriere culturali che devono essere definitivamente superate. La stragrande maggioranza degli italiani ama gli animali e deve essere aiutata a condividere con loro la vita quotidiana. Intendiamo, pertanto, dare impulso ad un grande cambiamento, affinché cittadini e animali domestici possano e debbano avere le porte aperte in tutti gli esercizi e gli uffici pubblici, nei luoghi aperti al pubblico, come sui mezzi di trasporto. Si tratta di un percorso di civiltà, che ribalta l’attuale situazione e che deve obbligatoriamente caratterizzare un grande paese come l’Italia” . 

Oltre al ministero della Salute, che ha redatto la guida pratica, disponibile sul sito, contenente tutte le disposizioni normative e sanitarie che è utile conoscere quando si viaggia con il proprio animale, hanno contribuito alla promozione dell’iniziativa anche le principali associazioni di categoria del settore turistico (Federalberghi, Federturismo ed Assoturismo) e dei pubblici esercizi (FIPE). Inoltre, è presente il collegamento alle pagine dedicate al trasporto con animali di Trenitalia e di Alitalia, che per l’occasione ha realizzato una nuova sezione.

Archivi