Covid, il bollettino di oggi 25 dicembre: 54.762 casi e 144 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 ore in Italia quasi 55mila casi e 144 decessi. Ieri i casi erano stati 50.559 con 929.775 tamponi, i morti 141. Oggi nuovo record di tamponi: 969.752. Tasso di positività al 5,6%, più 0,2% rispetto a ieri. Salgono anche i numeri di terapie intensive (+33) e ricoveri (+80).

VALLE D’AOSTA

Sono 217 i nuovi casi di coronavirus in Valle d’Aosta. I casi totali salgono quindi a 14.942. Non si registrano morti nelle ultime 24 ore: il totale dei decessi da inizio pandemia resta quindi 487. Rispetto al bollettino precedente si segnalano poi altri 97 guariti. I tamponi processati da ieri sono 715. Attualmente i positivi nella regione sono 1.213. I pazienti in ospedale in area non critica sono 26. Un paziente è in terapia intensiva, mentre altre 1.186 persone si trovano in isolamento domiciliare.

TRENTINO

 

ALTO ADIGE

I laboratori dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige nelle ultime 24 ore hanno analizzato 1.823 tamponi Pcr e registrato 150 nuovi casi positivi. Inoltre ci sono stati 156 test antigenici positivi.

Covid, monitoraggio settimanale, Brusaferro: “Da 9 settimane aumento rapido dei casi. Incidenza maggiore in età pediatrica”

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi ha comunicato 3.756 nuovi casi (di cui 2.395 dopo test antigenico), pari al 6,2% di 60.530 tamponi eseguiti, di cui 48.701 antigenici. Dei 3.756 nuovi casi gli asintomatici sono 2.699 (71,9%). I casi sono così ripartiti: 2.452 screening, 980 contatti di caso, 324 con indagine in corso.

I ricoverati non in terapia intensiva sono 933 (+ 27 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 80 (+ 6 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 37.139. Quattro decessi di persone positive al test del Covid-19, nessuno di oggi, sono stati comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).Il totale diventa quindi 11.995 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia:1.597 Alessandria, 731Asti, 444 Biella, 1.481 Cuneo, 962 Novara, 5.732 Torino, 553 Vercelli, 380 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 115 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti diventano complessivamente 401.896 (+1.223 rispetto a ieri).

Made with Flourish

VENETO

Un altro giorno di contagi da record in Veneto, +5.402 nuovi positivi in 24 ore, cui si aggiungono 24 vittime. Lo riferisce il bollettino della Regione.Il conteggio degli infetti dall’inizio della pandemia supera la soglia 600mila: dal febbraio 2019 sono 605.341 le persone contagiate dal virus; i decessi salgono a 12.281.Rispetto a ieri sono aumentate le dimissioni dei malati Covid dai reparti ordinari: i posti letto occupati sono oggi 1.188 (-25). E’ però peggiorata la situazione delle terapie intensive, con 174  ricoverati (+11). In forte crescita i soggetti attualmente positivi nella regione, 69.386 (+ 2.388).

LOMBARDIA

Covid, la stretta di Natale: Ffp2 per cinema e bus. Chiuse le discoteche

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 10.275 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.072 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 10,4%. Sono inoltre 15.835 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 173 casi (1,09%). La fascia maggiormente colpita risulta essere quella dei più giovani, in età 0-19 anni, con 279 contagi. Nella giornata odierna si registrano i decessi di 8 persone: 3 a Trieste (una donna di 91 anni, deceduta in Rsa, e 2 uomini, di 87 e 88 anni, deceduti in ospedale); 1 a Grado (una donna di 90 anni, deceduta in Rsa); 2 a Pordenone (due uomini, di 97 e 86 anni, deceduti entrambi in ospedale); 1 a Sacile (una donna di 83 anni, deceduta in ospedale); 1 a Brugnera (un uomo di 88 anni, deceduto in ospedale). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 27, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti scendono a 259.

LIGURIA

Sono 1.451 i nuovi positivi oggi, a fronte di 7.729 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 19.061 tamponi antigenici rapidi. Nel dettaglio, riferito alla residenza della persona testata: Imperia (Asl 1): 391 casi;  Savona (Asl 2): 158 Genova: 630, di cui: Asl 3 517, Asl 4: 113;  La Spezia (Asl 5): 265; non riconducibili alla residenza in Liguria 7.

EMILIA-ROMAGNA

Continua a crescere la curva del contagio in Emilia-Romagna, con oltre 3.500 nuovi positivi (3.551) in più di ieri, trovati con 42.016 tamponi. Non cala neppure il numero dei morti, altri 22 nelle ultime 24 ore, dai 41 ai 93 anni, mentre restano stabili i ricoveri in terapia intensiva (107) e salgono negli altri reparti (1.142, +23). L’età media dei nuovi contagiati è 37,5 anni. Sui 1.385 asintomatici, 518 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing. Tra le province, Bologna segna 766 nuovi casi più 52 dell’Imolese, poi Modena 533. I guariti sono 309 in più, i malati attivi 52.826 (+3.220), il 97,6% in isolamento con sintomi lievi.
 

Made with Flourish

 

TOSCANA

In Toscana sono 331.208 i casi di positività al Coronavirus, 3.438 in più rispetto a ieri (3.289 confermati con tampone molecolare e 149 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono il 1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 296.491 (89,5% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 18.707 tamponi molecolari e 35.585 tamponi antigenici rapidi, di questi il 6,3% è risultato positivo. Sono invece 11.273 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 30,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 27.204, +11,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 481 (3 in meno rispetto a ieri), di cui 72 in terapia intensiva (3 in più). Oggi si registrano 3 nuovi decessi: 2 uomini e una donna con un’età media di 75,3 anni.

Dalle partite a carte ai pranzi con i parenti, il vademecum per non contagiarsi durante le feste

UMBRIA

Si arresta nel giorno di Natale l’incremento dei nuovi positivi, 1.117, il 9,1% in meno rispetto a venerdì. Non sono state registrate nuove vittime per il virus mentre resta sostanzialmente stabile la pressione sul sistema ospedaliero, con 77 ricoverati, uno in più, mentre restano otto i posti occupati nelle terapie intensive. Sono stati analizzati 5.329 tamponi e 19.749 test antigenici, con un tasso di positività sul totale del 4,4 per cento in calo rispetto al 4,98 del giorno precedente.
I guariti sono stati 147, con gli attualmente positivi ora 7.408, 970 in più.

LAZIO

Sono 4.171 i nuovi casi, individuati con 102.049 tamponi, la metà dei quali (2.047) a Roma. Lo rende noto l’assessore alla Salute Alessio D’Amato sottolineando che nelle ultime 24 ore sono 4 le vittime – di cui 3 non erano vaccinate – 26 i ricoverati nei reparti ordinari (per un totale di 947) e 3 nelle terapie intensive, che portano il totale a 129. I guariti sono 845. “Voglio rivolgere un ringraziamento a tutta la rete dei tamponi drive-in  e farmacie che ieri hanno eseguito oltre 100mila test – dice D’Amato – Oggi aumentano i casi positivi, dunque siate prudenti e vaccinatevi. I numeri saranno destinati a crescere ed è importante fare il booster e vaccinare i più piccoli”. Ieri sono state effettuate quasi 33 mila vaccinazioni e l’obiettivo “entro il 31 dicembre arrivare a 2 milioni di dosi booster” mentre sono oltre 24 mila le somministrazioni nella fascia 5-11 anni.

MARCHE

Sono 890 i positivi al coronavirus rilevati in un giorno nelle Marche e l’incidenza sale a 355,05 (ieri 343,07). Lo evidenziano i dati dell’Osservatorio epidemiologico regionale in un giorno in cui si registra il record di tamponi/test antigenici eseguiti: sono 15.280 i tamponi (12.204 nel percorso diagnostico e 3.076 nel percorso guariti, 7,3%) e 9.592 test antigenici (680 positivi). E’ ancora il capoluogo di regione Ancona a far emergere il numero maggiore di casi (262); seguono le province di Pesaro Urbino (190), Macerata (180), Fermo (107), Ascoli Piceno (90); 61 i casi da fuori regione. Il numero assoluto più alto di contagi, presenti in tutte le fasce d’età tranne over 90, tra persone di 25-44 anni (289), seguita dalle fasce d’età 45-59 anni (172), 19-24 anni (96), 60-69 anni (93); 5 positivi tra 0-2 anni. Tra i nuovi positivi 194 persone con sintomi; i casi comprendono anche 181 contatti stretti di positivi, 245 contatti domestici, 8 in ambiente di scuola/formazione, 3 in ambiente lavorativo, 5 in ambiente di vita/socialità, 1 e 1 rispettivamente in setting assistenziale e sanitario.

Made with Flourish

ABRUZZO

Sono 722 i nuovi casi, emersi dall’analisi di 5.596 tamponi molecolari: è risultato positivo il 12,9% dei campioni. Il Teramano, con 303 nuovi positivi, registra il dato più alto da quando, quasi due anni fa, è esplosa la pandemia. Per l’Abruzzo il dato odierno è il più alto del 2021 e il quarto più alto di sempre. In aumento i ricoveri: il tasso di occupazione dei posti letto sale al 10% per le terapie intensive ed è al 10% anche per l’area medica, a fronte di soglie da zona gialla rispettivamente del 10 e del 15%. L’incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti sale a 271 (soglia limite 50).

A livello provinciale, il territorio più colpito è al momento il Teramano: con 314 nuovi casi, dato più alto di sempre. L’incidenza settimanale schizza al valore record di 336 ogni 100mila abitanti. Segue il Pescarese, pure in velocissimo peggioramento: 208 nuovi casi e incidenza a 297. Il solo capoluogo adriatico è la località abruzzese con più nuovi casi, 79; l’incidenza in città è a 305. Peggiora anche l’Aquilano, che registra 105 nuovi casi e un’incidenza settimanale pari a 236, dato più alto dell’anno. Chiude il Chietino, con 72 nuovi casi e incidenza a 205. Gli attualmente positivi sono 8.938 (+633): 134 pazienti sono ricoverati in area medica (+2) e 18 sono in terapia intensiva (+1), mentre gli altri 8.786 sono in isolamento domiciliare (+630). I guariti sono 84.825 (+89). Non si registrano decessi: il bilancio delle vittime è fermo a 2.629. Ieri nuovo record di test rapidi: ne sono stati eseguiti 29.960. Non si era mai arrivati a numeri così elevati. Per tutta la giornata, d’altronde, le farmacie sono state prese d’assalto con code lunghissime in tutto l’Abruzzo.

MOLISE

Nelle ultime 24 ore in Molise si sono registrati 40 nuovi casi, su 625 tamponi refertati (6,4%), in diminuzione rispetto a ieri (74), tre ricoveri nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, nessun dimesso, 17 guariti. I pazienti ricoverati in malattie infettive sono 16, tre più di ieri, due quelli in terapia intensiva. Di questi, 10 non sono vaccinati contro il Covid-19, 5 hanno ricevuto la seconda dose o dose unica, 3 la terza dose.

Nel monitoraggio settimanale sull’andamento della pandemia il Molise registra una crescita di tutti i dati, anche se si resta con valori più bassi rispetto ai numeri nazionali. L’indice Rt passa da 0,48 della settimana scorsa all’attuale 1,07. Sale anche l’incidenza dei nuovi casi ogni 100 mila abitanti, 68 contro il 30 della scorsa settimana. I casi attualmente positivi in regione sono 452, di cui 371 in provincia di Campobasso, 79 in quella di Isernia, 2 di altre regioni. Gli asintomatici a domicilio sono 423, 2.520 i soggetti in isolamento.

CAMPANIA

Sono 4.837 i nuovi positivi, su 77.269 test esaminati. L’incidenza risale raggiungendo il 6,25% rispetto al 5,93% di ieri. Nove le nuove vittime censite nel bollettino dell’Unità di crisi della Regione: 6 nelle ultime 48 ore e 3 decedute in precedenza ma registrate ieri. Tornano a scendere, anche se di poco, i posti occupati in terapia intensiva, 31 (meno 1); in forte crescita quelli in degenza, 495 (più 38).

BASILICATA

Nel giorno di Natale, in Basilicata,
ci sono altri 276 nuovi contagi. Sono emersi ieri a fronte di 1793 tamponi molecolari processati. Sempre ieri registrati 13 guariti. Lo fa sapere la task force regionale. Al momento sono 45 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, nessuna nei reparti di terapia intensiva Covid. Al momento, nessun decesso segnalato

PUGLIA

Oggi in Puglia sono stati registrati 40.295 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e 664 casi positivi: 497 in provincia di Bari, 141 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 263 in quella di Brindisi, 239 in provincia di Foggia, 332 in provincia di Lecce, 152 in provincia di Taranto nonchè 42 residenti fuori regione e 5 di provincia in via di definizione. Inoltre sono stati registrati 4 decessi. Attualmente sono 10.864 le persone positive, 172 sono ricoverate in area non critica e 25 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 292.663 a fronte di 5.403.620 test eseguiti, 274.847 sono le persone guarite e 6.952 quelle decedute.
 

CALABRIA

SICILIA

SARDEGNA

Si registrano oggi 468 casi, sulla base di 3.972 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 17.390 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 11 (come ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 132 (1 in più di ieri). 4.939 sono i casi di isolamento domiciliare ( 352 in più di ieri). Non si registrano decessi.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source