Covid Italia, il bollettino del 14 marzo 2022: 28.900 casi e 129 decessi

Pubblicità
Pubblicità

Si conferma in salita la curva epidemica in Italia e tornano sopra il milione gli attuali positivi. I nuovi casi sono 28.900, contro i 48.886 di ieri (ma oggi, come ogni lunedì, i pochi casi sono condizionati dai pochi tamponi del weekend), e soprattutto i 22.083 di lunedì scorso: un aumento su base settimanale di oltre il 30%. I tamponi processati sono 204.877 (ieri 330.028), con un tasso di positività che cala dal 14,8 al 14,1%.
I decessi sono 129 (ieri 86): le vittime totali dall’inizio della pandemia sono 156.997.
Ancora in salita i ricoveri, per il secondo giorno di fila: le terapie intensive sono 2 in più (ieri +3) con 32 ingressi del giorno, e arrivano complessivamente a 518, mentre i ricoveri ordinari aumentano di ben 228 unità (ieri +6), 8.468 in tutto. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. La regione con il maggior numero di casi odierni è il Lazio con 3.739 contagi, seguita da Puglia (+3.346), Campania (+2.806), Sicilia (+2.516) e Lombardia (+2.336). I casi totali arrivano a 13.402.905. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 25.834 (ieri 36.111)
per un totale che sale a 12.242.669. Ancora in aumento gli attualmente positivi, 3.735 in più (ieri +13.882), e salgono a 1.003.239, tornando sopra il milione dopo 4 giorni. Di questi 994.253 pazienti sono in isolamento domiciliare.

VALLE D’AOSTA

Cinque nuovi positivi al covid-19 e altrettanti guariti sono stati rilevati nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta. Lo riporta l’ultimo bollettino di aggiornamento diffuso quotidianamente dalla regione, sulla base dei numeri forniti dall’usl della valle d’aosta ed elaborati dalla protezione civile regionale. I tamponi effettuati sono stati 162. Gli attuali positivi nella regione alpina sono 946, di cui 926 in isolamento domiciliare. I ricoveri all’ospedale parini passano da 22 a 20: di questi, 19 sono nei reparti ordinari e uno in terapia intensiva.

TRENTINO

Zero decessi causati da Covid-19 in Trentino. Ne dà conto il bollettino quotidiano dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari che evidenzia anche 113 nuovi contagi: 2 casi sono stati individuati al molecolare (su 152 test effettuati) e 111 all’antigenico (su 1.557 test effettuati). I molecolari poi confermano 2 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.  Zero decessi causati da Covid-19 in Trentino. Ne dà conto il bollettino quotidiano dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari che evidenzia anche 113 nuovi contagi: 2 casi sono stati individuati al molecolare (su 152 test effettuati) e 111 all’antigenico (su 1.557 test effettuati). I molecolari poi confermano 2 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

ALTO ADIGE

In Alto Adige non ci sono nuovi decessi per Covid nelle ultime 24 ore. I laboratori dell’Azienda sanitaria hanno effettuato 333 tamponi PCR e registrato 17 nuovi casi positivi. Inoltre 288 test antigenici, dei 2.271 eseguiti ieri, sono risultati positivi. L’Azienda sanitaria non ha ancora aggiornato i dati dei ricoveri. Le persone in quarantena sono 5.767, ovvero 314 in meno rispetto a ieri.

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.892 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 7,7% di 24.543 tamponi eseguiti, di cui 22.062 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa 1.007.496. I ricoverati in terapia intensiva sono 27 (invariati rispetto a ieri), non in terapia intensiva 621 (+24 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 42.835 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 16.024.539 (+24.543 rispetto a ieri). Sono 5 i decessi di persone con diagnosi di Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti). Il totale diventa quindi 13.127 deceduti risultati positivi al virus. Infine i pazienti guariti, che diventano complessivamente 950.886 (+1.728 rispetto a ieri).

VENETO

Sono 1.750 i nuovi casi di Covid 19 emersi in Veneto nelle ultime 24 ore. Lo dice il report della Regione. Sfiora quota 14mila il totale dei decessi dall’inizio della pandemia ad oggi (13.982 per la precisione). Sedici i morti delle ultime 24 ore. In leggero aumento i ricoveri con cinque nuovi ingressi nelle aree mediche e un nuovo ricovero in terapia intensiva.

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1.298 tamponi molecolari sono stati rilevati 30 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 2,31%. Sono inoltre 1.914 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 215 casi (11,23%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 8, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 142. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è quella 40-49 anni (16,33%), seguita dalla 50-59 (15,51%) e da quella 30-39 (14,69%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 6 persone: una donna di 96 anni di Azzano Decimo (deceduta in Rsa), un uomo di 88 anni di Paularo (deceduto in ospedale), una donna di 88 anni di Monfalcone (deceduta in ospedale), un uomo di 86 anni di Roveredo in Piano (deceduto in ospedale), un uomo di 84 anni di Trieste (deceduto in ospedale) e una donna di 75 anni di Azzano Decimo (deceduta in ospedale). Il numero complessivo dei decessi ammonta a 4.836, con la seguente suddivisione territoriale: 1.183 a Trieste, 2.302 a Udine, 922 a Pordenone e 429 a Gorizia. I totalmente guariti sono 293.815, i clinicamente guariti 200, mentre le persone in isolamento scendono a 17.527. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 316.528 persone con la seguente suddivisione territoriale: 68.782 a Trieste, 131.023 a Udine, 76.493 a Pordenone, 35.571 a Gorizia e 4.659 da fuori regione.

LIGURIA

Sono 517 i nuovi casi Covid registrati i Liguria nelle ultime 24 ore a fronte di 3.950 tamponi effettuati, di cui 1.241 molecolari e 2.709 test rapidi antigenici. In dettaglio,  25 sono nella provincia di Imperia, 109 nella provincia di Savona, 297 a Genova, 85 a La Spezia e 1 non riconducibile alla residenza in Liguria. È quanto emerge dal bollettino della Regione che non comunica alcun decesso per lo stesso arco temporale per un totale di 5.153 da inizio pandemia. Sono 480 i guariti nello stesso arco temporale per un complessivo di 340.311: saldo positivo per i ricoveri a 14 di cui 13 in intensiva e 270 in reparto.

Made with Flourish

EMILIA-ROMAGNA

Poco più di duemila nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore, rilevati su 9.700 tamponi, mentre salgono i ricoveri nei reparti Covid e la situazione è stabile nelle terapie intensive. Altri 16 decessi riportati dal bollettino quotidiano della Regione, tra cui – la più giovane – una paziente di 61 anni nel Bolognese. Nel dettaglio, i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive sono 55 (due in meno da ieri), età media 65 anni. Negli altri reparti Covid ci sono sono 1.078 pazienti (+29). Complessivamente i casi di coronavirus attivi sul territorio sono 30.095 (-177 da ieri), di cui il 96% in isolamento a casa.

TOSCANA

I nuovi casi Covid registrati nelle ultime ore in Toscana sono 1.769 su 10.539 test di cui 4.400 tamponi molecolari e 6.139 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 16,79% (51,7% sulle prime diagnosi). Questi i dati diffusi stamani dal presidente della Toscana Eugenio Giani. Rispetto a ieri i contagi sono più che dimezzati ma altrettanto lo sono i tamponi effettuati, con un tasso di positività aumentato di quasi due punti: nel precedente report i casi erano 3.723 su 23.569 test e un’incidenza di nuovi positivi del 15,80%.

UMBRIA

LAZIO

Sono 94.469 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 1.036 ricoverati, 77 in terapia intensiva e 93.356 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 1.035.792 e i morti 10.586 su un totale di 1.140.847 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Made with Flourish

MARCHE

Nell’ultima giornata 906 nuovi positivi al coronavirus rilevati nelle Marche e tasso di incidenza cumulativo ogni 100mila abitanti che sale in maniera molto lieve da 791,46 a 792,52. Emerge dai dati pubblicati dall’Osservatorio epidemiologico regionale. Resta alta la percentuale di casi sui tamponi del percorso diagnostico (44,2% su 2.048 test); in tutto eseguiti 2.561 tamponi (un numero esiguo come di consueto durante il fine settimana) che comprendono anche 513 del percorso guariti. Le persone con sintomi sono 172. Tra i casi 311 contatti stretti di positivi, 259 contatti domestici, 4 in ambiente di vita/socialità, 2 in scuola/formazione, uno ciascuno in setting lavorativo, sanitario, assistenziale. A livello provinciale si registrano 269 positivi in provincia di Ancona, 193 a Macerata, 171 ad Ascoli Piceno, 122 a Pesaro Urbino e 111 a Fermo; 40 i casi da fuori regione. Tra le fasce d’età superano i 200 positivi giornalieri quella tra 45 e 59 anni (231) e tra 25 e 44 anni (222), seguite da 6-10 anni (80) e 60-69 anni (71).

ABRUZZO

Sono 687 (di età compresa tra 3 mesi e 92 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti – a 279347. Dei positivi odierni, 636 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Lo comunica l’assessorato regionale alla Sanità.  Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso (si tratta di una 79enne della provincia di Chieti) e sale a 3027. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 245640 dimessi/guariti (+740 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 30680* (-154 rispetto a ieri). *(nel totale sono ricompresi anche 5262 casi riguardanti pazienti di cui non si hanno notizie e sui quali sono in corso verifiche) 283 pazienti (+11 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 13 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 30384 (-75 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 817 tamponi molecolari (2110595 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 3776 test antigenici (3065703). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 14.95 per cento. Del totale dei casi positivi, 60282 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+111 rispetto a ieri), 77283 in provincia di Chieti (+203), 65085 in provincia di Pescara (+199), 68946 in provincia di Teramo (+148), 3788 fuori regione (+4) e 3963 (+12) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

MOLISE

Dopo 4 settimane esatte il Molise torna in zona bianca. Dall’analisi dei dati dell’ultima settimana (6-13 marzo) emerge un numero di contagi stabili rispetto alla settimana scorsa (1877 contro 1881) così come un numero quasi identico di posti letto Covid occupati: 27 contro i 28 di domenica scorsa, ma sempre solo 2 in Terapia Intensiva. Ad aumentare sono invece gli attualmente positivi che passano da 6.039 a 6.721 (+682) e questo indicatore torna a crescere dopo 5 settimane di discesa. A incidere il minor numero di guarigioni: sono state complessivamente 1.183 negli ultimi 7 giorni, erano sopra le 2mila unità nelle precedenti 3 settimane e sopra le 3mila ancor prima. In lieve calo i decessi: ce ne sono stati 4 (di cui 3 in Rianimazione) nella passata settimana contro i 5 di quella precedente.

CAMPANIA

Sono 2.806 i nuovi casi di Covid 19 in Campania, di cui 2.479 positivi all’antigenico e 327 al molecolare. I test processati sono 14.930, 11.550 antigenici e 3.380 molecolari. Sono poi 5 i deceduti nelle ultime 48 ore; 4 i deceduti in precedenza ma registrati ieri. Dei 631 posti letto di terapia intensiva disponibili, ne sono occupati 34: dei 3.160 posti letto di degenza disponibili, compresi quelli da privati, ne sono occupati 572.

Made with Flourish

BASILICATA

Ci sono altri due decessi in Basilicata per via del Covid. E’ quanto fa sapere la task force regionale. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 1.664 tamponi (molecolari ed antigenici), di cui 388 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 247 guarigioni. In totale sono 89 le persone ricoverate: 56 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui 2 in terapia intensiva, e 33 nell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera, di cui nessuna in terapia intensiva. Sempre ieri sono state effettuate 655. Al momento sono 467.554 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,5 per cento), 439.920 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (79,5 per cento) e 344.891 (62,3 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.252.404 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane).

PUGLIA

Oggi in Puglia sono stati registrati 3.346 di Covid e 11 decessi. Attualmente sono 81.410 le persone positive. Di queste 564 sono ricoverate in area non critica e 26 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 790.659 a fronte di 9.095.884
test eseguiti. Le persone guarite soni 701.437.

CALABRIA

Secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 1.547 i nuovi contagi registrati (su 7.969 tamponi effettuati), +1.376 guariti e 8 morti (per un totale di 2.188 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +163 attualmente positivi, +12 ricoveri (per un totale di 325) e, infine, -1 terapie intensive (per un totale di 14).

SICILIA

SARDEGNA

Contagi da covid in calo in Sardegna, dove nelle ultime 24 ore si registrano 1.020 casi positivi (di cui 856 diagnosticati da antigenico), circa 300 in meno della precedente rilevazione. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 3.383 tamponi, per un tasso di positività che però schizza al 30% per effetto dei minori test effettuati. Stabile il numero di pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva,18, mentre i ricoverati in area medica sono 323 (+ 13); 24.451 sono i casi di isolamento domiciliare (+ 265). Si registrano quattro decessi: una donna di 90 anni residente nella provincia del Sud Sardegna, e tre donne di 88, 97 e 100 anni, residenti in provincia di Sassari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source