Covid Italia, il bollettino del 19 febbraio 2022: 50.534 casi e 252 morti

Pubblicità
Pubblicità

I contagi sono in calo rispetto a ieri, ma anche rispetto ai 62.231 di sabato scorso. I tamponi processati sono 492.045 (ieri 510.253) con il tasso di positività che scende dal 10,5% al 10,3%. Sono invece 953 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 34 in meno rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 13.387, ovvero 561 in meno rispetto a ieri.

 

VALLE D’AOSTA

Nessun decesso e 53 nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle d’Aosta che portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio epidemia ad oggi a 31.076. I positivi attuali sono 1598 di cui 1570 in isolamento domiciliare, 23 i ricoverati in ospedale, cinque in terapia intensiva. I guariti totali sono oggi 28.961, in aumento di 119 unità rispetto a ieri. I casi complessivamente testati sono 127.186, i tamponi fino ad oggi effettuati 460.942. I decessi di persone risultate positive al Covid in Valle d’Aosta da inizio emergenza ad oggi sono 517.

TRENTINO

ALTO ADIGE

Sono 609 i nuovi contagi da covid in Alto Adige. Secondo i dati riportati nel bollettino quotidiano dell’azienda sanitaria, sono 38 i test pcr positivi sui 615 analizzati. Sono 571 invece le persone risultate positive al tampone antigenico, sui 5.866 eseguiti. Tre le vittime: due ultraottantenni (un uomo e una donna), e una donna ultrasessantenne. Salgono a 1.399 le vittime in Alto Adige dall’inizio della pandemia. Invariati i dati sull’occupazione dei posti in ospedale: restano 85 i pazienti covid ricoverati nei normali reparti, così come è stabile a 6 il numero di persone in terapia intensiva. 1.305 i guariti nelle ultime 24 ore, mentre scende sotto quota 10mila il numero di persone in quarantena o isolamento domiciliare: ora sono 9.887.

PIEMONTE

L’Unità di Crisi della Regione ha comunicato 2.393 nuovi casi di persone positive  (di cui 1.937 a test antigenico), pari al 5,9% di 40.775 tamponi eseguiti, di cui 35.798 antigenici.Il totale dei casi positivi diventa 964.929, di cui 79.182 ad Alessandria, 44.244 ad Asti, 37.433 a Biella, 129.895 a Cuneo, 73.374 a Novara, 512.463 a Torino, 34.304 a Vercelli, 34.319 a Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 4.713 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 15.002 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 53 (-1 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.222 (-92 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 55.586. I tamponi diagnostici finora processati sono 15.352.128 (+40.775 rispetto a ieri). Sono 8, tra i quali 2 di oggi, i decessi di persone con diagnosi di Covid-19. Il totale diventa quindi 12.944 deceduti risultati positivi al virus, 1.726 ad Alessandria, 778 ad Asti, 493 a Biella, 1.587 a Cuneo, 1.042 a Novara, 6.171 a Torino, 598 a Vercelli, 420 a Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 129 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti diventano complessivamente 897.124 (+4.386 rispetto a ieri).
 

Made with Flourish

VENETO

Sono stati 4.870 i contagi da Coronavirus registrati ieri in Veneto, in linea con il dato precedente e in continua discesa. Lo segnala il bollettino regionale, con il totale dei casi a 1.297.614. Vi sono 25 decessi, per 13.704 vittime totali. Tutti gli indicatori sanitari sono in forte diminuzione: gli attuali positivi sono 75.427 (-2.875); negli ospedali vi sono 1.195 pazienti in area non critica (-99) e in terapia intensiva 103 (-8).

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.803 tamponi molecolari sono stati rilevati 296 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 5,01%. Sono inoltre 7.958 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 629 casi (7,9%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 21, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti calano a 328. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è quella 40-49 anni (17,73%), seguita da quella 50-59 anni (14,7%) e da quella 30-39 anni (12,86%). Oggi si registrano i decessi di 11 persone: una donna di 100 anni di Rivignano Teor (deceduta in Rsa), una donna di 92 anni di Latisana (deceduta in Rsa), una donna di 91 anni di Pasian di Prato (deceduta in Rsa), un uomo di 91 anni di Cividale del Friuli (deceduto in Rsa), un uomo di 87 anni di Trieste (deceduto in ospedale), un uomo di 82 anni di Fiume Veneto (deceduto in ospedale), una donna di 81 anni di Trieste Latisana (deceduta in ospedale), un uomo di 71 anni di Trieste (deceduto in ospedale), un uomo di 68 anni di Remanzacco (deceduto in casa), una donna di 67 anni di Trieste (deceduta a casa), una donna di 49 anni di Porcia (deceduta in ospedale).

Made with Flourish

 

LIGURIA

Oggi sono 1.268 i nuovi casi, a fronte di circa 13.800 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi registrati. Sono 493 i pazienti ricoverati, 19 meno di ieri, di cui 25 in terapia intensiva, dei quali 16 non vaccinati. 4 i decessi registrati tra il 17 e il 18 febbraio scorsi, i vaccini somministrati nelle ultime 24 ore ammontano a 5156.
 

EMILIA-ROMAGNA

In Emilia-Romagna, dall’inizio dell’epidemia causata dal Covid-19, si sono registrati 1.164.370 casi di positività, 3.332 in più rispetto a ieri, su un totale di 23.224 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 21 decessi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi di oggi sul numero di test effettuati è del 14,3%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 40 anni. I pazienti attualmente ricoverati nei reparti di Terapia intensiva della regione sono 94 (-2 rispetto a ieri, pari al -2,1%) e la loro età media è di 64 anni. Sul totale, 50 non sono vaccinati (zero dosi ricevute, per un’età media di 63 anni), il 53,2%, mentre 44 sono vaccinati con ciclo completo (la loro età media è di 64,6 anni).

TOSCANA

In Toscana sono 3.050 i nuovi casi Covid (1.174 confermati con tampone molecolare e 1.876 da test rapido antigenico), che portano il totale a 834.334 dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,9% e raggiungono quota 774.906 (92,9% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 8.647 tamponi molecolari e 20.516 tamponi antigenici rapidi, di questi il 10,5% è risultato positivo. Sono invece 5.518 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 55,3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 50.648, -7,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.021 (23 in meno rispetto a ieri), di cui 61 in terapia intensiva (5 in meno). Oggi si registrano 13 nuovi decessi: 9 uomini e 4 donne con un’età media di 78,2 anni.

Made with Flourish

 

UMBRIA

Si contano 12 ricoverati Covid in meno in un giorno negli ospedali umbri: sono 178 in base ai dati della Regione aggiornati a sabato 19 febbraio, di cui nove (erano dieci venerdì) in terapia intensiva. I nuovi casi di positività accertati sono 843 (in calo del 7,5 per cento), i guariti 1.271 e si registrano altre quattro vittime, 1.713 in tutto dall’inizio della pandemia. Ancora in calo gli attualmente positivi, ora 11.840, il 3,5 per cento in meno. Sono stati analizzati 6.360 test antigenici e 2.000 tamponi molecolari con un tasso di positività sul totale pari a 10,08 per cento, invariato rispetto al giorno precedente.

LAZIO

Oggi nel Lazio su 15.416 tamponi molecolari e 39.684 tamponi antigenici, per un totale di 55.100
tamponi, si registrano 5.583 nuovi casi positivi (-827), sono 18 i decessi (-4), 1.659 i ricoverati (-80), 148 le terapie intensive (-10) e +10.568 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10,1%. I casi a Roma città sono a quota 2.484.

MARCHE

Scende ancora il tasso di incidenza cumulativo del covid nelle Marche, arrivando nell’ultima giornata a 953,77 su 100mila abitanti. Sono 1.813 i positivi rilevati nelle 24 ore, 39,6% su 4.576 tamponi analizzati nel percorso diagnostico (6.263 i tamponi complessivi, 1.688 nel percorso guariti). I soggetti con sintomi sono 421, i contatti stretti di casi postivi 511, i contatti domestici 453, i positivi in setting scolastico formativo 24, i casi in fase di approfondimento epidemiologico 391. La provincia di Ancona è ancora quella con il maggior numero di casi, 508, seguita da Macerata con 395, Fermo con 300, Pesaro Urbino con 274, Ascoli Piceno con 259, oltre a 77 casi fuori regione. Il virus interessa soprattutto le fasce di età 25-44 anni e 45-59, entrambe con 477 casi rispettivamente (in tutto 954), e 6-10 anni con 180. Le fasce di età da zero a 18 anni totalizzano invece 489 casi.

Covid, Palamara: “Quarta dose per i fragili. E massima attenzione per monitorare le nuove varianti”

ABRUZZO

Oggi in Abruzzo 1609 nuovi positivi (di cui 927 emersi da test antigenico), di età compresa tra 1 mese e 100 anni, eseguiti 4893 tamponi molecolari e 9984 test antigenici, 5 deceduti (di età compresa tra 41 e 88 anni, 3 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Pescara), 157571 guariti (+245), 92436 attualmente positivi (+1359), 431 ricoverati in area medica (-25), 17 in terapia intensiva (-3), 91988 in isolamento domiciliare (+1387). I nuovi positivi sono residenti nelle province dell’Aquila (343), Chieti (487), Pescara (293), Teramo (430), fuori regione (32), in accertamento (23).

MOLISE

CAMPANIA

Sono 5.053 i positivi al Covid su 41.263 test esaminati. Continua il leggero calo, secondo i dati del bollettino dell’Unità di crisi della Regione, del tasso di incidenza che ieri era pari al 12,97% e oggi scende al 12,24%. In calo anche il numero dei decessi: 6 nelle ultime 48 ore; 2 i deceduti in precedenza ma registrati ieri.
Negli ospedali continuano a diminuire i ricoveri in terapia intensiva con 59 posti letto occupati (-4 rispetto a ieri); calo anche in degenza dove i posti letto occupati sono 1.017 (-21rispet to a ieri).

BASILICATA

Sono 648 i positivi emersi in Basilicata (zona bianca) nella giornata di ieri, dopo l’esame di 3.770 tamponi (molecolari e antigenici): lo ha reso noto la task force regionale sulla pandemia, aggiungendo che sono stati registrati anche tre decessi (uno di una persona residente in Calabria) e 678 guarigioni. Negli ospedali lucani sono ricoverate 99 persone (cinque meno di ieri), una delle quali (al Madonna delle Grazie di Matera) è curata in terapia intensiva. Per quanto riguarda le vaccinazioni (ieri ne sono state effettuate 1.654) sono “466.355 i lucani che hanno ricevuto la prima dose (84,3%), 432.862 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (78,2%) e 330.891 (59,8%) quelli che hanno ricevuto la terza”.

PUGLIA

Sono 4.244 i nuovi casi di positivi al coronavirus registrati in Puglia su 32.104 test giornalieri eseguiti (il 13,2%). Le vittime sono 22, mentre sulle 87.931 persone attualmente positive, 725 (ieri 722) sono ricoverate in area non critica e 57 in terapia intensiva (ieri erano 62). Le province con il maggior numero di contagi sono Bari (1.145) e Lecce (1.104). IN provincia di Foggia ci sono stati 765 casi, nel tarantino 525,  nella Bat: 342 e nel Brindisino 334. I residenti fuori regione sono 19 e 10 di provincia non definita. I casi totali nella regione dall’inizio della pandemia sono 705.005, le persone guarite 609.522 e 7.552 le vittime.

CALABRIA

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 1.355 ulteriori casi confermati di positività al covid (di cui 1081 diagnosticati da antigenico). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 11285 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 28 ( +2 ). I pazienti ricoverati in area medica sono 371 ( come ieri ). Sono 35.773 i casi di isolamento domiciliare ( -54). Si registrano 5 decessi: 1 uomo di 83 anni, residente nella provincia di Sassari; 3 donne di 75, 91 e 93 anni, residenti nella provincia del Sud Sardegna, e 1 uomo di 92 anni residente nella Città Metropolitana di Cagliari

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source