Covid Italia, il bollettino del 12 febbraio: 62.231 nuovi casi e 269 morti

Pubblicità
Pubblicità

Sono 62.231 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 67.152. Le vittime sono invece 269, mentre ieri erano state 334. I tamponi sono stati 587.645 tra antigenici e molecolari e il tasso di positività è salito al 10,6% (+0,5%).

Calano i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari che sono ora 16.310, da ieri 514 in meno. In flessione anche il numero dei pazienti in terapia intensiva: sono 1.223, 43 in meno di ieri.

Dall’inizio della pandemia sono guariti 10.206.892 di persone, 117.643 nelle ultime 24 ore.

VALLE D’AOSTA

Un ricovero in più in terapia intensiva, ma anche 56 nuovi positivi e 137 guariti. Questi i numeri del covid-19 rilevati nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta. Gli attuali contagiati scendono a 2.183, di cui 2.139 in isolamento domiciliare. I ricoverati passano da 45 a 44: di questi, 40 si trovano nei reparti ordinari e quattro, uno in più di ieri, in terapia intensiva. I tamponi refertati nell’ultima giornata sono stati 909. I dati sono contenuti nel bollettino di aggiornamento diffuso quotidianamente dalla regione sulla base dei numeri forniti dall’usl della valle d’aosta ed elaborati dalla protezione civile regionale.

TRENTINO

In Trentino si segnalano un decesso da Covid-19 e 537 nuovi casi su 5.760 tamponi effettuati, mentre continua soprattutto il calo delle classi con sospensione della didattica in presenza, passate da 30 a 21. Questi i dati principali dell’aggiornamento odierno, diffuso dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari. La persona deceduta, ultranovantenne, non era vaccinata, presentava anche altre patologie, ed era ricoverata presso l’Ospedale di Trento. Dei nuovi positivi, 40 sono stati individuati con il test molecolare (su 345 test effettuati) e 497 con tampone antigenico (su 5.415 test effettuati). I molecolari poi confermano 15 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. I vaccini somministrati sono arrivati a quota 1.166.123, di cui 418.865 seconde dosi e 298.699 terze dosi. I pazienti ricoverati sono 139, di cui 14 in rianimazione. 14 anche i nuovi ricoveri e 21 dimissioni. I guariti oggi sono 1.307 in più, per un totale di  123.352 da inizio pandemia, si legge nel bollettino.

ALTO ADIGE

Altri tre decessi per Coronavirus sono stati registrati nelle ultime ore in Alto Adige. Il numero complessivo dei decessi da inizio pandemia sale pertanto a 1.383. Sono 809 le nuove infezioni confermate nelle ultime 24 ore. I laboratori dell’Azienda sanitaria hanno effettuato 692 tamponi PCR e registrato 71 nuovi casi positivi. Inoltre 738 test antigenici dei complessivi 7.578 test eseguiti sono risultati positivi. Nei normali reparti ospedalieri cala il numero dei pazienti Covid-19 ricoverati che attualmente sono 105 (-9), altri 106 si trovano nelle strutture private convenzionate, mentre rimane stabile a otto il numero dei pazienti che si trovano in terapia intensiva. I pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco sono 25. L’Azienda sanitaria informa che sono 14.180 le persone attualmente in quarantena in Alto Adige.

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 3.252 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 2.715 dopo test antigenico), pari al 5,9% di 54.871 tamponi eseguiti, di cui 46.240 antigenici. Dei 3.252 nuovi casi gli asintomatici sono 2.818 (86,7%). I casi sono così ripartiti: 2667 screening, 415 contatti di caso, 170 con indagine in corso Il totale dei casi positivi diventa 945.447. I ricoverati in terapia intensiva sono 90 ( -7 rispetto a ieri), non in terapia intensiva sono 1.653 (-79 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 69.864 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 15.062.186 (+54.871 rispetto a ieri). Sono 10, nessuno oggi, i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 12.827 deceduti risultati positivi al virus. Infine i pazienti guariti, che diventano complessivamente 861.013 (+ 6.835 rispetto a ieri).

VENETO

Sono 6.017 i contagi Covid registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, un dato di poco inferiore a quello di ieri ( 6.223). Pesante invece il dato dei decessi, +33. Lo riferisce il bollettino della Regione. Sale a 1.262.839 il conteggio totale delle persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia, mentre quello delle vittime si aggiorna a 13.539. Gli attuali positivi scendono a 112.795 (-7.780). Ancora in discesa i dati ospedalieri: sono 1.458 (-84) i ricoverati nei reparti ordinari, mentre sono 135 (-10) quelli nelle terapie intensive.

LOMBARDIA

Con 84.039 tamponi effettuati è di 6.516 il numero di nuovi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, con un tasso di positività in lieve calo al 7,75% (ieri 7,9%). Il numero dei ricoverati diminuisce sia nelle terapie intensive (-1, 173) che nei reparti (-113, 2.048). Sono 45 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 37.972. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 1.921 casi (di cui 761 in città), a Bergamo 564, a Brescia 918, a Como 462, a Cremona 226, a Lecco 202, a Lodi 122, a Mantova 338, a Monza e Brianza 509, a Pavia 368, a Sondrio 94 e a Varese 533.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Made with Flourish

LIGURIA

EMILIA-ROMAGNA

In Emilia Romagna, nelle ultime 24 ore, ci sono stati 4.497 nuovi casi su un totale di 31.924 tamponi eseguiti – 12.223 molecolari e 19.701 test antigenici rapidi – con tasso di positività del 14%. La provincia con più contagi è Bologna con 894 nuovi casi, seguita da Modena (669); poi Reggio Emilia (549), Ravenna (454), Parma (406), e Ferrara (409); quindi Rimini (396), Cesena (227), Piacenza (171); infine Forlì (180) e il Circondario imolese (142). L’età media è di 39,2 anni. Sul fronte ricoveri, i pazienti in terapia intensiva sono 126 (-6 rispetto a ieri, pari al -4,5%), l’età media è di 64,5 anni. Sul totale, 62 non sono vaccinati, il 49%; 64 sono vaccinati con ciclo completo. Quelli negli altri reparti Covid, sono 2.087 (-59 rispetto a ieri, -2,7%), età media 74,4 anni. Infine, i decessi sono 26: le province con le morti più alte sono Bologna e Reggio Emilia, entrambi con 5 casi registrati. Nella prima, sono decedute tre donne di 79, 88 e 89 anni e due uomini di 68 e 73 anni; nella seconda tre donne di 78, 89 e 93 anni e due uomini di 88 e 92 anni, di cui uno deceduto a Rimini.

TOSCANA

In Toscana sono 3.738 i nuovi casi Covid (1.563 confermati con tampone molecolare e 2.175 da test rapido antigenico), che portano il totale a 811.708 dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dell’1,5% e raggiungono quota 723.629 (89,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 10.435 tamponi molecolari e 26.647 tamponi antigenici rapidi, di questi il 10,1% è risultato positivo. Sono invece 6.365 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 58,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 79.472, -7,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.245 (21 in meno rispetto a ieri), di cui 90 in terapia intensiva (1 in meno). Oggi si registrano 20 nuovi decessi: 10 uomini e 10 donne con un’età media di 83,2 anni. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. L’età media dei 3.738 nuovi positivi odierni è di 38 anni circa (29% ha meno di 20 anni, 23% tra 20 e 39 anni, 29%. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.245 (21 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%), 90 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 1,1%). Le persone complessivamente guarite sono 723.629 (10.514 in più rispetto a ieri, più 1,5%). Sono 8.607 i deceduti dall’inizio dell’epidemia.

UMBRIA

Continua la discesa dei positivi al covid-19 in Umbria, mentre restano nel complesso stabili i ricoveri. Da registrare altri sei morti, che portano a 1.688 il totale delle vittime da inizio pandemia. È quanto emerge dai dati giornalieri sull’andamento della pandemia resi noti dalla regione. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati rilevati 891 nuovi positivi, su un totale di 9.303 test analizzati. Il tasso di positività si attesta all’9,6%. A fronte di 1.628 guariti, il numero degli attualmente positivi si riduce di 743 unità, raggiungendo quota 15.560. Sul fronte ospedalizzazioni, si contano al momento 200 ricoverati negli ospedali umbri, uno in meno rispetto a ieri. Di questi, otte si trovano in terapia intensiva, uno in più.

LAZIO

“Oggi nel Lazio, su 17.505 tamponi molecolari e 45.126 tamponi antigenici per un totale di 62.631 tamponi, si registrano 7.114 nuovi casi positivi (+392), sono 12 i decessi (-12), 1.941 i ricoverati (-48), 179 le terapie intensive (-5) e 13.241 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 11,3%. I casi a Roma città sono a quota 3.333. I guariti rappresentano il doppio dei nuovi casi positivi e prosegue il calo dei ricoveri”. Lo evidenzia l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, dopo aver presieduto da remoto e in isolamento l’odierna videoconferenza della task-force regionale per Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù.

Made with Flourish

MARCHE

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 2.409 casi di Covid-19 (419 i sintomatici), con 6.279 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positività al 38,4% (come ieri con 2.556 casi), L’incidenza cumulativa su 100 mila abitanti è scesa per il tredicesimo giorno consecutivo, passando da 1190,95 a 1185,95. Sono complessivamente 344 (-4) i pazienti assistiti nei reparti ospedalieri delle Marche e 42 (come ieri) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 46 pazienti (-1), il 77% dei quali non vaccinati, e il tasso di occupazione dei posti letto è al 17,9%; sono 66 (-2) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 232 (-1) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l’occupazione dei posti letto in area medica al 29%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 5 vittime correlate al Covid-19, la più giovane delle quali una 57enne fermana, tutte affette anche da altre patologie. Il bilancio dall’inizio della crisi pandemica è ora di 3.502 morti. 

ABRUZZO

MOLISE

Arriva a 554 vittime il bilancio dei morti covid in Molise dall’inizio della epidemia. Nelle ultime ore ha perso la vita un 81enne di Bojano nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. Oggi ci sono 5 nuovi ricoveri e 2 nuovi ingressi in terapia intensiva, dove il numero di pazienti trattati sale a 6 (la soglia critica è 4). Sono 27 i degenti in area medica e 15 quelli trattati nel reparto covid Anziano Fragile, per un totale di 48 pazienti 19 dei quali non vaccinati. 377 i nuovi casi di infezione accertati da 2.750 tamponi. Di questi 303 da test antigenico e 74 da tampone molecolare refertato nel laboratorio del Cardarelli, unico accreditato in regione. 36 i guariti. Il numero degli attuali positivi sale a 7.708.

CAMPANIA

Sono 6.257 i nuovi positivi al Covid registrati in Campania su 51.071 tamponi processati, di cui 32.293 (4.709 positivi) e 18.778 molecolari (1.548 positivi). A comunicarlo è l’unità di crisi regionale. Si registrano anche 6 decessi nelle ultime 48 ore, 9 invece in precedenza ma registrati solo ieri. Risultano 74 posti letto di terapia intensiva occupati sui 812 disponibili e 1.217 di degenza su 3.160.

BASILICATA

Sono 697 i positivi emersi in Basilicata nella giornata di ieri, dopo l’esame di 4.461 tamponi (molecolari e antigenici): lo ha reso noto la task force regionale sulla pandemia, aggiungendo che sono stati registrati anche due decessi e 714 guarigioni. Negli ospedali lucani sono ricoverate cento persone (cinque meno di ieri), sette delle quali (quattro al San Carlo di Potenza e tre al Madonna delle Grazie di Matera) sono curate in terapia intensiva. Per quanto riguarda le vaccinazioni (ieri ne sono state effettuate 1.899) sono “465.181 i lucani che hanno ricevuto la prima dose (84,1%), 429.578 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (77,6%) e 322.959 (58,4%) quelli che hanno ricevuto la terza”.

Made with Flourish

PUGLIA

Oggi in Puglia sono stati registrati 32.414 test per l’infezione da Covid-19 e 4.882 nuovi casi: 1.349 in provincia di Bari, 368 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 421 in quella di Brindisi, 794 in provincia di Foggia, 1.243 in provincia di Lecce, 669 in provincia di Taranto nonchè 25 residenti fuori regione e 13 di provincia in via di definizione. Inoltre sono stati registrati 9 decessi. Attualmente sono 98.963 le persone positive, 752 sono ricoverate in area non critica e 65 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 675.338 a fronte di 8.267.712 test eseguiti, 568.958 sono le persone guarite e 7.417 le persone decedute. 

CALABRIA

Secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 1.683 i nuovi contagi registrati (su 9.912 tamponi effettuati), +1.397 guariti e 10 morti (per un totale di 1.997 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +276 attualmente positivi, -1 ricoveri (per un totale di 353) e, infine, +3 terapie intensive (per un totale di 25).

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 1.968 nuovi casi di positività al Covid (di cui 1429 diagnosticati da antigenico). Sono quattro, invece, i decessi: una donna di 80 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari; un uomo di 82 e una donna di 97 anni, residenti nella provincia del Sud Sardegna, e una donna di 79 anni, residente nella provincia di Sassari. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 15.776 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 28 (1 in meno di ieri) e quelli in area medica 409 (4 in meno). Le persone in isolamento domiciliare salgono a 32967 (+770 rispetto a ieri).

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source