Covid Italia, il bollettino del 18 febbraio: 53.662 nuovi casi e 314 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 in Italia si sono registrati 53.662 nuovi casi di coronavirus e 314 morti. Ieri i contagi erano stati 57.890 e 320 i decessi. Sono i dati diramati dal ministero della Salute. Con 510.283 tamponi la positività scende al 10,5%.

VALLE D’AOSTA

Un decesso e 46 nuovi casi positivi al Covid in Valle d’Aosta che portano il totale delle persone colpite dal virus da inizio emergenza ad oggi a 31.023. I positivi attuali sono 1664 di cui 1631 in isolamento domiciliare, 30 ricoverati in ospedale, tre in terapia intensiva. I guariti complessivi sono 28.842, in aumento di 127 unità rispetto a ieri. I casi fino ad oggi testati sono 127.055 mentre i tamponi fino ad oggi effettuati sono 460.179. Con il decesso segnalato oggi salgono a 517 le persone decedute risultate positive al Covid in Valle d’Aosta da inizio emergenza a oggi

TRENTINO

Si registrano ancora tre decessi in Trentino a causa del Covid-19. Due persone sono decedute nelle strutture ospedaliere provinciali. I nuovi casi di contagio sono 426, individuati grazie a 4.707 tamponi, tra molecolari e rapidi. In ospedale vi sono 87 pazienti, di cui sette in terapia intensiva. Ieri le dimissioni sono state 23 e i ricoveri dodici.

Made with Flourish

ALTO ADIGE

L’Alto Adige registra altri 4 decessi di pazienti Covid. Si tratta di un uomo over 70, un uomo e una donna over 80 e una donna over 90. Il numero complessivo delle vittime sale così a 1.396.  Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 821 nuovi casi. Sono risultati positivi 115 tamponi pcr su 638 e 706 test antigenici su 6.574. Continua invece a migliorare la situazione negli ospedali con 85 letti occupati nei normali reparti (-4) e 6 in terapia intensiva (+0). Gli altoatesini in quarantena sono 10.577 e quelli guariti 1.023.

PIEMONTE

Oltre 100 ricoverati Covid in meno oggi in Piemonte, 2 in terapia intensiva e 100 negli altri reparti. Sono i dati dell’Unità di crisi della Regione che riporta anche 16 morti, dei quali 3 oggi, e 2.569 casi, con una quota del 5,6% rispetto ai 45.719 tamponi diagnostici processati (40.306 antigenici). In totale, restano 54 ricoverati in terapia intensiva, 1.314
negli altri reparti. I nuovi casi di guarigione sono 4.836, le persone in isolamento domiciliare 55.494. Dall’inizio della pandemia in Piemonte il totale dei casi positivi diventa 962.536, i decessi di persone positive al Covid 12.936,  pazienti guariti 892.738 ( rispetto a ieri).

Made with Flourish

VENETO

Made with Flourish

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.049 tamponi molecolari sono stati rilevati 319 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 5,27%. Sono inoltre 7.938 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 675 casi (8,50%). Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 20, così come i pazienti ospedalizzati in altri reparti calano a 350. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è quella 40-49 anni (19,32%), seguita da quella 50-59 anni (15,19%) e da quella 30-39 anni (14,49%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 11 persone: un uomo di 96 anni di Pasian di Prato (deceduto in ospedale), una donna di 91 anni di Monfalcone (deceduta in Rsa), un uomo di 90 anni di Cervignano (deceduto in ospedale), un uomo di 90 anni di Pradamano (deceduto in Rsa), una donna di 85 anni di Trieste (deceduta in casa), un uomo di 84 anni di Trieste (deceduto in casa), un uomo di 81 anni di Pordenone (deceduto in casa), un uomo di 80 anni di Latisana (deceduto in ospedale), una donna di 79 anni di Trieste (deceduta in ospedale), una donna di 74 anni di Trieste (deceduta in Rsa) e, infine, un uomo di 71 anni di Trieste (deceduto in ospedale). I decessi complessivamente sono pari a 4.695, con la seguente suddivisione territoriale: 1.141 a Trieste, 2.248 a Udine, 895 a Pordenone e 411 a Gorizia. I totalmente guariti sono 270.617, i clinicamente guariti 492, mentre le persone in isolamento scendono a 25.581. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 301.755 persone con la seguente suddivisione territoriale: 65.171 a Trieste, 125.264 a Udine, 72.936 a Pordenone, 34.012 a Gorizia e 4.372 da fuori regione. Il totale dei positivi è stato ridotto di 8 unità a seguito della revisione di altrettanti test.

LIGURIA

Sono 1.375 i nuovi positivi al covid oggi in Liguria a fronte di circa 14mila tamponi tra molecolari e antigenici rapidi registrati. Nel bollettino della task force regionale per l’emergenza è stato aggiornato anche il dato sull’andamento della pandemia negli ospedali del territorio dove ad oggi sono 512 i pazienti ricoverati, 18 in meno di ieri, di cui 26 in terapia intensiva. In tutto sono 6 i decessi registrati tra il 16 e il 17 febbraio scorsi, i vaccini somministrati nelle ultime 24 ore ammontano a 4.809.

EMILIA-ROMAGNA

Calano, in Emilia-Romagna, i contagi e i ricoveri per il Coronavirus, anche se nelle ultime 24 ore si sono registrati ancora 28 morti, fra i quali anche un uomo di 53 anni nel Reggiano.
In un giorno ci sono stati 3.448 casi di positività, individuati sulla base di quasi 27mila tamponi. Vistoso il calo su base settimanale: l’incidenza è di 613 casi ogni 100mila abitanti, mentre una settimana fa era quasi il doppio, a 1.116. Cala anche l’Rt, ovvero l’indice del contagio sceso da 0,85 a 0,64. I casi attivi sono 62.486, il 97% dei quali in isolamento domiciliare. In terapia intensiva ci sono, per la prima volta da molte settimane, meno di 100 ricoverati: sono infatti 96 (sei in meno di ieri), 50 dei quali non vaccinati. Negli altri reparti Covid i pazienti sono invece 1.769, 68 in meno di ieri.

TOSCANA

In Toscana sono 831.284 i casi di positività al Coronavirus, 3.324 in più rispetto a ieri (1.362 confermati con tampone molecolare e 1.962 da test rapido antigenico). I nuovi casi hanno un’età media di 37 anni circa: 29% ha meno di 20 anni, 21% tra 20 e 39 anni, 31% tra 40 e 59 anni, 14% tra 60 e 79 anni, 5% ha 80 anni o più. Purtroppo si registrano ancora tanti decessi: nelle ultime 24 ore sono stati 28 – 16 uomini e 12 donne con un’età media di 84,5 anni, residente nelle province di Firenze (8), Prato (2), Pistoia (1), Massa Carrara (2), Lucca (2),  Pisa (5), Livorno (4), Siena (2), Grosseto (2) – che portano il totale a 8.767. Prosegue il calo dei ricoverati: sono 1.044, 45 in meno rispetto a ieri, di cui 66 in terapia intensiva, 4 in meno. Questi alcuni dati diffusi dalla Regione. I guariti crescono dello 0,9% e raggiungono quota 767.990 (92,4% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 54.527, -6% rispetto a ieri. Complessivamente, 53.483 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (3.463 in meno rispetto a ieri, meno 6,1%). Sono 12.691 (1.396 in meno rispetto a ieri, meno 9,9%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Riguardo alle singole province Firenze conta 729 casi in più rispetto a ieri, Prato 192, Pistoia 224, Massa Carrara 177, Lucca 493, Pisa 307, Livorno 348, Arezzo 380, Siena 228, Grosseto 246.

UMBRIA

LAZIO

“Oggi nel Lazio su 14.905 tamponi molecolari e 43.971 tamponi antigenici per un totale di 58.876 tamponi, si registrano 6.410 nuovi casi positivi (+35), sono 22 i decessi (-7), 1.739 i ricoverati (-45), 158 le terapie intensive (-7) e +12.596 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10,8%. I casi a roma città sono a quota 2.823”. Lo rende noto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

MARCHE

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 1.873 casi di Covid-19 (409 i sintomatici), con 4.744 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positività al 39,5% (ieri era al 41,5% con 2.174 casi). L’incidenza cumulativa su 100 mila abitanti è in discesa, passando da 1038,96 a 989,47. Sono complessivamente 318 (-22) i pazienti assistiti negli ospedali delle Marche e 31 (come ieri) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 33 pazienti (+1), l’81% dei quali non vaccinati, e il tasso di occupazione dei posti letto è al 12,8%; sono 63 (-1) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 222 (-22) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l’occupazione dei posti letto in area medica al 27,7%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 4 vittime correlate al Covid-19, tutte affette anche da altre patologie. Il bilancio dall’inizio della crisi pandemica è ora di 3.539 morti. Lo si apprende dal bollettino quotidiano del Servizio sanitario regionale.

ABRUZZO

Sono 1549 i nuovi casi di Covid oggi in Abruzzo dove si registrano 7 decessi. I pazienti ricoverati in area medica sono 456 pazienti (-14 rispetto a ieri) e 20 (-3) quelli in terapia intensiva. Sono 90.601 (+526 rispetto a ieri) le persone in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 4904 tamponi molecolari e 10855 test antigenici. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 9.82 per cento.

MOLISE

CAMPANIA

Sono 5.510, in Campania, i neo positivi al Covid su 42.468 test esaminati. Leggero calo, secondo i dati del Bollettino dell’Unità di crisi della Regione Campania, per il tasso di incidenza che ieri era pari al 13,46% ed oggi scende al 12,97%. Risale a 14 il numero dei decessi nelle ultime 48 ore; quattro i deceduti in precedenza ma registrati ieri.
Negli ospedali continuano a diminuire i ricoveri in terapia intensiva con 63 posti letto occupati (-2 rispetto a ieri); netto calo in degenza dove i posti letto occupati sono 1038 (-60 rispetto a ieri).

BASILICATA

Sono sette le persone morte in Basilicata  nelle ultime 24 ore, a causa del Covid. E’ quanto fa sapere la task force regionale. Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 3.563 tamponi (molecolari ed antigenici), di cui 628 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 656 guarigioni. In totale sono 104 le persone ricoverate: 57 nell’ospedale San Carlo di Potenza, di cui nessuna in terapia intensiva, e 47 nell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera, di cui una in terapia intensiva. Sempre ieri sono state effettuate 1.063 vaccinazioni. Al momento sono 466.276 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,3 per cento), 432.520 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (78,2 per cento) e 329.640 (59,6 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose per un totale di somministrazioni effettuate pari a 1.228.436 su 553.254 residenti.
 

PUGLIA

Oggi in Puglia sono stati registrati 32.527 test per l’infezione da Covid-19 e 4.269 nuovi casi: 1.120 in provincia di Bari, 358 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 395 in quella di Brindisi, 630 in provincia di Foggia, 1.147 in provincia di Lecce, 553 in provincia di Taranto nonchè 40 residenti fuori regione e 26 di provincia in via di definizione. Inoltre sono stati registrati 29 decessi. Attualmente sono 89.736 le persone positive, 722 sono ricoverate in area non critica e 62 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 700.761 a fronte di 8.460.925 test eseguiti, 603.495  sono le persone guarite e 7.530 le persone decedute.
 

CALABRIA

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 1.812 ulteriori casi confermati di positività al Covid con, fra molecolari e antigenici, 11.612 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 26, uno in più di ieri. I pazienti ricoverati in area medica sono 371, sedici in meno di ieri. 35.827 sono i casi di isolamento domiciliare, 196 in meno di ieri. Si registrano 9 decessi: 4 uomini – di cui 2 di 80 anni, gli altri di 71, e 93 anni –  e 1 donna di 61 anni, tutti residenti nella Città Metropolitana di Cagliari; 1 uomo di 64 e due donne di 86 e 93 anni, residenti nella provincia di Sassari, e un residente nella provincia di Nuoro.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source