Covid, il bollettino del 26 gennaio: 167.206 nuovi casi in Italia e 426 morti. Positività al 15,2%

Pubblicità
Pubblicità

VALLE D’AOSTA

Due decessi per Covid-19, 378 nuovi positivi e 392 guariti. Questi i dati della pandemia registrati in Valle d’Aosta nelle ultime 24 e riportati nel consueto bollettino di aggiornamento diffuso dalla Regione. Gli attuali positivi scendono a 5.427, di cui 5.347 sono in isolamento domiciliare. I ricoveri all’ospedale Umberto Parini e al Beauregard scendono da 83 a 80. Di questi, 74 si trovano nei reparti ordinari, mentre sei, uno in meno di ieri, sono ricoverati in terapia intensiva al parini. I tamponi refertati nelle ultime 24 ore sono stati 2.323.

Coronavirus, guida al bollettino: ecco perché sembra che sommiamo i nuovi malati ai guariti e ai morti – la Repubblica

TRENTINO

ALTO ADIGE

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 14.207 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 12.097 dopo test antigenico), pari al 15,0% di 94.497 tamponi eseguiti, di cui 82.755 antigenici. Dei 14.207 nuovi casi gli asintomatici sono 12.137 (85,4%). I casi sono così ripartiti: 11.662 screening, 2.002 contatti di caso, 543 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 833.771. I ricoverati in terapia intensiva sono 139 (-5 rispetto a ieri), non in terapia intensiva 2.119 (+4 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 164.660 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 13.902.320 (+94.497 rispetto a ieri). Sono 12 (7 di oggi), i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 12.516 deceduti risultati positivi al virus. Infine i pazienti guariti, che diventano complessivamente 654.337 (+17.041 rispetto a ieri)

VENETO

In Veneto si registrano 19.820 contagi da coronavirus e 25 le vittime nelle ultime 24 ore, secondo il Report quotidiano della Regione. Scendono i ricoveri in terapia intensiva che sono 165 (-7), aumentano invece i pazienti nelle aree non critiche che sono 1.584 (+24).

Made with Flourish

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

LIGURIA

Made with Flourish

EMILIA-ROMAGNA

TOSCANA

In Toscana 10.535 Nuovi casi di Coronavirus, su 16.499 tamponi molecolari e 49.270 antigenici rapidi, 42 morti e 12.128 guarigioni. Il tasso di positività raggiunge il 16% sul totale dei tamponi eseguiti e il 73,8% in rapporto ai nuovi soggetti controllati. Aumenta ancora la pressione ospedaliera: nel complesso sono 1.491 i ricoverati nelle aree Covid (cinque in più rispetto a ieri), di cui 122 in terapia intensiva (tre in meno). Dall’inizio dell’emergenza sono 694.195 i contagi accertati, 509.150 Le guarigioni e 8.127 i decessi. Sul fronte delle quarantene, secondo quanto riferiscono i dati raccolti dalle aziende sanitarie, diminuiscono a 175.427. Gli isolamenti domiciliari di asintomatici e malati lievi (-1.640 In un giorno), mentre crescono a 59.787. Le sorveglianze attive di persone entrate in contatto con casi infetti (+1.897). Un andamento, in questo caso, che rispecchia quanto già registrato ieri.
 

Made with Flourish

UMBRIA

Quattro ricoverati Covid in meno negli ospedali dell’Umbria nell’ultimo giorno mentre restano sette in posti occupati nelle terapie intensive. Sempre nell’ultimo giorno sono emersi 2.156 nuovi positivi, 9,6 per cento in meno rispetto a martedì e 2.296 guariti, con gli attualmente positivi ora 24.467, 143 in meno. Sono stati analizzati 3.845 tamponi e 12.357 test antigenici, con un tasso di positività del 13,3 per cento (11,1 martedì).

LAZIO

Oggi nel Lazio, su 24.122 tamponi molecolari e 75.229 tamponi antigenici per un totale di 99.351 tamponi, si registrano 14.987 nuovi casi positivi (-2.178), mentre sono 18 i decessi (-13), 2.102 i ricoverati (+37), 205 le terapie intensive (-1) e +10.167 i guariti. secondo quanto ha detto l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, spiegando inoltre che “il rapporto tra positivi e tamponi è al 15% e che i casi a Roma città sono a quota 7.968”.

MARCHE

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 6.196 casi di Covid-19 (con 789 sintomatici), la metà dei quali nella fascia di età 25-59 anni, con 15.628 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positività al 39,6% (ieri era al 39% con 7.806 casi); l’incidenza cumulativa su 100 mila abitanti è in lieve crescita per il quarto giorno consecutivo, passando da 2667,97 a 2691,01. Sono complessivamente 357 (+3) i pazienti assistiti nei reparti ospedalieri delle Marche e 58 (-6) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 58 pazienti (-1), il 75% dei quali non vaccinati, e il tasso di occupazione dei posti letto è al 22,7%, sono 72 (-4) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 227 (+8) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l’occupazione dei posti letto in area medica al 29,5%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 15 vittime correlate al Covid-19, tutte affette da altre patologie: si tratta del numero più alto di vittime registrato dopo il 19 aprile scorso, quando furono 19. Il bilancio dall’inizio della crisi pandemica è ora di 3.387 morti.

ABRUZZO

Sono 3.551 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Abruzzo. Del totale, 2.062 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido.Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari (8.500) e tamponi antigenici (21.344), è pari all’11,9%. Si registrano altri dodici decessi, che fanno salire il bilancio delle vittime a 2.777. A fronte di una riduzione dei ricoveri complessivi, aumentano quelli in terapia intensiva. I nuovi positivi hanno età compresa tra 2 mesi e 100 anni. L’incremento più consistente si registra nel Chietino (+1.020), seguito dal Pescarese (+871), dal Teramano (+803) e dall’Aquilano (+735); a questi numeri si aggiungono 52 nuovi casi relativi a pazienti residenti fuori regione e 64 con residenza in corso di accertamento. I ricoveri passano dai 445 di ieri ai 449 di oggi: 408 pazienti (-9 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica e 41 (+3) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 99.704 (+3.168) sono in isolamento domiciliare. Dei dodici decessi, cinque risalgono ai giorni scorsi e sono stati comunicati solo oggi dalle Asl, gli altri sette riguardano persone di età compresa tra 75 e 96 anni: quattro in provincia di Chieti, una in provincia di Teramo e due in provincia dell’Aquila. I guariti sono 98.412 (+371).

MOLISE

CAMPANIA

Secondo i dati della Regione Campania sono stati individuati oggi 12.854 nuovi casi di contagio a fronte di 90.530 test effettuati.  Il tasso di incidenza è sostanzialmente stabile (si attesta al 14,19 rispetto al 14,8% precedente). Il bollettino dell’Unità di crisi regionale censisce oggi 43 nuove vittime, di cui 32 decedute nelle ultime 48 ore e 11 risalenti ai giorni precedenti ma registrate in ritardo. Stabile l’occupazione dei posti letto nelle intensive (102, dato inalterato) mentre cala in degenza: si passa da 1.394 a 1.380 (meno 14).

BASILICATA

Sono 1.010 i nuovi positivi in Basilicata, emersi nelle ultime 24 ore dall’esame di 5.720 tamponi: lo ha reso noto la task force regionale, in un bollettino che registra anche 887 nuove guarigioni e altri due decessi. Negli ospedali di Potenza e di Matera sono ricoverate 97 persone, cinque delle quali sono curate in terapia intensiva. Ieri sono state effettuate 5.296 vaccinazioni. I lucani che hanno ricevuto la prima dose sono 459.766 (83,1 per cento), 421.470 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (76,2 per cento) e 274.866 (49,7 per cento) quelli che hanno ricevuto la terza dose.

Made with Flourish

PUGLIA

Oggi in Puglia si registrano 8.759 nuovi casi di contagio su 65.736 test eseguiti (incidenza del 13,3%). Sono 15 i morti nelle ultime 24 ore. Delle 122.990 persone attualmente positive, 685 sono ricoverate in area non critica (ieri 714) e 61 in terapia intensiva (ieri 67). I nuovi casi sono così distribuiti: in provincia di Bari 2.717; in provincia di Bat 923; in provincia di Brindisi 802; in provincia di Foggia 1.446; in provincia di Lecce 1.618, in provincia di Taranto 1.148. I residenti fuori regione sono 53, quelli per cui la provincia è in definizione 52.

CALABRIA

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna sono 1.461 i nuovi casi confermati di positività al Covid, sulla base di 4.636 persone testate. L’ultimo aggiornamento della Regione segnala, inoltre, 10 decessi: due uomini di 67 anni, uno nella Città metropolitana e l’altro nel Sud Sardegna, dove sono morte anche due donne di 87 e 96 anni; una donna di 78 nell’Oristanese; quattro uomini di 58, 60, 88 e 90 anni e una donna di 81 anni nel Nord Sardegna. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 29.904 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 32, uno in più rispetto a ieri, mentre quelli in area medica sono 327, tre in meno.
Sono 22.577 le persone in isolamento domiciliare, 29 meno di ieri.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source