Covid Italia, il bollettino del 13 gennaio: 184.615 nuovi casi e 316 morti

Pubblicità
Pubblicità

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 184.615 nuovi casi e 316 morti.  Sono 1.181.179 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.190.567. Il tasso di positività è al 15,6%, in calo rispetto al 16% di ieri. Sono 1.668 i pazienti in terapia intensiva, uno in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 156, lo stesso numero di ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 17.648, ovvero 339 in più rispetto a ieri.

VALLE D’AOSTA

Nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta sono stati rilevati 574 nuovi casi positivi al Covid-19 e c’è stato un decesso. Le guarigioni sono state 266. Il numero di attuali contagiati è di 5.848, di cui 60 ricoverati all’ospedale Parini (sette in terapia intensiva). Dall’inizio della pandemia le vittime sono 493. E’ quanto riportato nel bollettino della Regione Valle d’Aosta sull’emergenza Covid-19.

TRENTINO

ALTO ADIGE

Il Covid-19 fa un’altra vittima in Alto Adige. Le persone morte a causa del’infezione, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, sono così 1.325. È sempre elevato il numero dei nuovi casi positivi e, di conseguenza, continua a crescere il numero delle persone in isolamento o in quarantena che ha toccato la cifra di 20.215 (3.065 in più rispetto ad ieri) che corrisponde al 3,7% della popolazione provinciale. Nelle ultime 24 ore, i laboratori dell’Azienda sanitaria hanno accertati 2.654 nuovi contagi: di questi 397 sono stati rilevati sulla base di 2.719 tamponi pcr (di cui 914 nuovi test) e 2.257 sulla base di 15.159 test antigenici. I pazienti Covid-19 ricoverati in terapia intensiva sono 16 (uno in meno rispetto ad ieri), quelli nei normali reparti ospedalieri sono 74 (uno in più). Ancora non aggiornato il dato relativo ai pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate fermo ai 58 del 10 gennaio. Aumentano, invece, quelli in isolamento nella struttura di Colle Isarco: sono 58, dieci in più rispetto ad ieri. La ripartizione informatica dell’Azienda sanitaria ha corretto a seguito di un ricalcolo il numero totale delle persone dichiarate guarite: sono 102.720, novanta in meno.

PIEMONTE

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 14.741 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 13.045 dopo test antigenico), pari al 14,8% di 99.791 tamponi eseguiti, di cui 85.158 antigenici. Dei 14.741 nuovi casi gli asintomatici sono 10.118 (68,6%). I casi sono così ripartiti: 11.854 screening, 2.123 contatti di caso, 764 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 660.120. I ricoverati in terapia intensiva sono 146(-1 rispetto a ieri), non in terapia intensiva sono 1.930 (-4 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 158.518 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 12.722597 (+ 99.791 rispetto a ieri). Sono 18 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, uno di oggi, (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale diventa quindi 12.225 deceduti risultati positivi al virus. Infine i pazienti guariti, che diventano complessivamente 487.301 (+10.943 rispetto a ieri).

VENETO

Sono 17.956 i nuovi casi di contagio registrati nelle ultime 24 ore in Veneto. È quanto emerge dal bollettino della Regione Veneto sull’andamento della pandemia che segnala anche 21 decessi.

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati complessivamente 4.039 nuovi contagi: 1.357 su 11.295 tamponi molecolari, con una percentuale di positività del 12,01% e 2.682 contagi su 20.752 test rapidi antigenici realizzati (12,92%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 41 delle quali 37 non vaccinate, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 369. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d’età più colpita è quella dai 50 ai 59 anni (18,30%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 11 persone tra i 70 e 96 anni. Relativamente alle residenze per anziani del Friuli Venezia Giulia si registra il contagio di 50 ospiti e di 49 operatori. Infine 5 i casi di rientro dall’estero o da altra regione.

LIGURIA

Sono 5.692 i nuovi casi di positività al coronavirus in Liguria, a fronte di 7.237 tamponi molecolari e 23.884 antigenici rapidi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul fronte ricoveri, negli ospedali liguri ci sono 716 pazienti covid, 11 in meno di ieri. Di questi, 40 sono in terapia intensiva: 32 di loro non sono vaccinati. Il report registra anche 9 nuovi decessi avvenuti tra il 10 gennaio e ieri: le vittime del virus, da inizio emergenza, salgono dunque a 4.694.

EMILIA-ROMAGNA

“Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 750.971 casi di positività, 20.648 in più rispetto a ieri, su un totale di 72.547 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 28,5 per cento”. Lo ha riferito la Regione nel consueto bollettino sull’emergenza: “I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 151 (+3 rispetto a ieri); l’età media è di 62,3 anni. Sul totale, 100 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 61,2 anni), il 66,2 per cento, mentre 51 sono vaccinati con ciclo completo (età media 64,4 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.258 (+71 rispetto a ieri), età media 69,2 anni”.  Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 35.853 tamponi molecolari, per un totale di 7.646.878. A questi si aggiungono anche 36.694 test antigenici rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 3.824 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 477.021. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 259.464 (+16.786). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 257.055 (+16.712), il 99% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 38 decessi”.

TOSCANA

In Toscana sono 547.508 i casi di positività al Coronavirus, 13.151 in più rispetto a ieri (5.501 confermati con tampone molecolare e 7.650 da test rapido antigenico). I nuovi casi hanno un’età media di 38 anni circa: 22% ha meno di 20 anni, 27% tra 20 e 39 anni, 33% tra 40 e 59 anni, 14% tra 60 e 79 anni, 4% ha 80 anni o più. Si registrano altri 20 decessi – 10 uomini e 10 donne con un’età media di 75,6 anni, residenti nelle province di Firenze (6), Pistoia (2), Lucca (1), Pisa (3) Livorno (3), Arezzo (1), Siena (2), Grosseto (2) – che portano il totale a  7.775. I ricoverati salgono a 1.296, 20 in più rispetto a ieri, di cui 123 in terapia intensiva, stabili. Questi alcuni dati diffusi dalla Regione. I guariti crescono del 3,1% e raggiungono quota 358.819 (65,5% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 180.914, +1,2% rispetto a ieri. Complessivamente, 179.618 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (2.180 in più rispetto a ieri, più 1,2%). Sono 18.143
(433 in più rispetto a ieri, più 2,4%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Riguardo alle singole province Firenze registra 4.258 casi in più rispetto a ieri, Prato 848, Pistoia 1.034, Massa Carrara 528, Lucca 1.205, Pisa 1.600, Livorno 1.195, Arezzo 1.110, Siena 770, Grosseto 603. 

UMBRIA

Ancora in discesa in Umbria (del 23 per cento) i nuovi casi accertati di positività al Covid, ma si registrano altre sei vittime, 1.546 in tutto. In aumento i ricoveri ordinari. E’ quanto emerge dai dati della Regione aggiornati a giovedì 13 gennaio. Dopo il calo dei casi giornalieri già fatto registrare mercoledì, i nuovi positivi accertati nelle ultime 24 ore sono 2.068, circa 600 unità in meno rispetto al giorno precedente.
Sono emersi dall’analisi di 13.063 test antigenici e 4.169 tamponi molecolari, con un tasso di positività sul totale pari al 12 per cento (era 13,99 mercoledì). I ricoverati sono 226 (quattro in più), dei quali 12 (erano 14) in terapia intenstiva. I guariti sono 1.342 e gli attualmente positivi salgono a 35.044 (720 in più in un giorno). Si trovano attualmente in isolamento contumaciale 34.818 umbri.

LAZIO

“Oggi nel Lazio su 25.567 tamponi molecolari e 69.001 tamponi antigenici per un totale di 94.568
tamponi, si registrano 10.272 nuovi casi positivi (-1.755). Sono 34 i decessi (+19 – il dato comprende recuperi di notifiche), 1.620 i ricoverati (-9), 204 le terapie intensive (+2) e +4.207 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10,8%. I casi a Roma città sono a quota 5.061″. Lo rende noto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato al termine del consueto monitoraggio. L’incidenza in aumento e valore Rt stabile, i casi sono in diminuzione rispetto a giovedì della scorsa settimana, due giorni di seguito in calo. “Per la prima volta nelle ultime settimane – ha aggiunto D’Amato –  c’è un lieve calo nel numero dei ricoveri giornalieri”.

MARCHE

Sono 1.955 i positivi al Covid rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche, di cui 454 sintomatici. Il tasso di incidenza scende a 813,04. Ieri i positivi erano 2.397 (547 con sintomi) e l’incidenza 890,63. I nuovi casi rappresentano una positività del 14,6% su 13.401
tamponi analizzati del percorso diagnostico screening (17.684 i tamponi totali, oltre a 9.682 testa del percorso antigenico screening, con con 3.885 positivi).  La provincia di Ancona resta quella con il maggior numero di nuovi casi, 797, seguita da Pesaro Urbino con 340, Fermo con 283, Ascoli Piceno con 259, Macerata con 178 e 98 casi fuori regione.

ABRUZZO

Sono 3.610 (di età compresa tra 2 mesi e 105 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 155432. Dei positivi odierni, 2565 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso (si tratta di un 63enne residente fuori regione) e sale a 2681. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 92004 dimessi/guariti (+480 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 60747 (+3127 rispetto a ieri). (Nel totale sono ricompresi anche 49132 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche) 349 pazienti (+11 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 37 (+2 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 60361 (+3114 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 5360 tamponi molecolari (1803465 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 24057 test antigenici (2207803). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 12,28 per cento.

Made with Flourish

MOLISE

CAMPANIA

Sono 24.451 i casi positivi in Campania nelle ultime 24  – di cui 12.607 positivi all’antigenici e 11.844 al tampone molecolare – su 105.077 test esaminati (Antigenici: 59.369; Molecolari: 45.708). Si rialza leggermente il tasso di incidenza che ieri era pari al 22,9% ed oggi sale al 23,26%. Diciannove i decessi nelle ultime 48 ore; 10 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Negli ospedali resta stabile la situazione nelle terapie intensive con 79 posti letto occupati; in aumento, invece, i ricoveri i degenza con 1.154 posti letto occupati (+28 rispetto a ieri).

BASILICATA

PUGLIA

Oggi in Puglia sono stati registrati3.218 casi di Covid su 74.753 test, oltre a 7 decessi.  Attualmente sono 62.901 le persone positive, 495 sono ricoverate in area non critica e 53 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 370.694 a fronte di 6.589.994 test eseguiti, 300.754 sono le persone guarite e 7.039 quelle decedute.

CALABRIA

La Calabria sfonda il muro dei 3.000 contagi giornalieri da Covid, ma l’Azienda sanitaria provinciale di Crotone precisa che “1030 si riferiscono a test antigenici eseguiti nei giorni precedenti”. Alto il numero delle vittime, ben 13, con il totale da inizio pandemia che arriva a 1.700. Nel saldo tra ingressi e dimissioni, crescono di 5 i ricoverati in area medica (399) e diminuiscono della stessa cifra quelle in terapia intensiva  (33). I casi attivi sono 32.493 (+1.632), gli isolati a domicilio 32.061 (+1.632) ed i nuovi guariti 1.562. Ad oggi sono stati fatti 1.820.073 tamponi con 136.584 positivi. 

SICILIA

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 1.296 casi di Covid, sulla base di 4.856 persone testate, e il decesso di una donna di 88 anni residente nella Città Metropolitana di Cagliari. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 20997 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 28 (uno in più di ieri) e quelli in area 231 (16 in più). Le persone in isolamento domiciliare sono 18.169 (563 in più di ieri).

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source